ISVAP e Governo Monti sulle assicurazioni legate ai mutui

di Francesco Commenta

L’intervento di Monti a riguardo del mercato dei mutui (e delle assicurazioni ad essi legate) fa’ seguito ad un provvedimento dell’ISVAP emesso con il n°2946 il giorno 6 Dicembre scorso (con entrata in vigore il 2 Aprile 2012) rafforzandone in pratica la valenza a tutela del consumatore.

Anche se nei giorni precedenti si è diffusa una notizia (scoperta falsa) secondo cui quest’ultimo sarebbe stato cancellato proprio dal Governo Monti, la realtà è ben diversa; è proprio nel decreto salva-Italia che troviamo l’emendamento 36-bis che rafforza invece il provvedimento dell‘ISVAP.

I numeri dell’ISVAP sono preoccupanti; secondo le stime si parla di un business da 2.5 miliardi di euro annui per le polizze assicurative sui mutui, controllate per l’80% dalle banche che applicano commissioni estremamente variabili che arrivano anche all’80%. 

La prassi poi è molto semplice. Per legge non sarebbe obbligatorio avere una copertura assicurativa su un mutuo, ma le banche richiedono tra i requisiti per l’erogazione del finanziamento proprio l’apertura di una polizza assicurativa dedicata, ed ecco che il pacchetto proposto arriva direttamente dall’istituto stesso.

Adesso, per fortuna, con la presa di posizione dell’ISVAP è stato messo in chiaro che l’istituto che eroga il mutuo può non coincidere con l’istituto che eroga la polizza, così da dare la possibilità di scelta ai cittadini che fin’ora non hanno avuto. Teoricamente, questo è un grande passo per la tutela dei consumatori, visto che oltre ad avere più libertà di scelta si ha anche un incremento sostanziale della concorrenza che per non perdere clienti dovrà adeguarsi rivalutando la propria offerta.

Per tornare all’emendamento del Governo Monti, un’interpretazione sbagliata di qualche giorno fa’ da parte dei canali di informazione riteneva che il n° 36-bis della manovra salva-Italia eliminasse il provvedimento ISVAP, quando invece si tratta esattamente dell’opposto, visto che lo rafforza indicando la pratica di offerta di una polizza insieme ad un mutuo da parte dello stesso istituto come scorretta.

L’insieme dell’emendamento e del provvedimento infine, dovrebbe portare ad un notevole risparmio sulla stipula di un mutuo bancario, sempre se la concorrenza verrà effettivamente stimolata e non si verranno a creare cartelli.

Risparmiare sul Mutuo