2017: prestiti personali a +20%

di Daniele Pace Commenta

prestiti personaliLa Banca d’Italia ha pubblicato i dati per quel che riguarda il credito in Italia per il 2017, e sono molto positivi, in particolare per quel che riguarda i prestiti personali. La voce è più che soddisfacente, visto che c’è stata una concessione di prestiti di ben il 20,2% in più in comparazione con il 2016. In Italia insomma, è ripartito il credito, dopo gli anni bui del credit crunch, la famosa stretta creditizia che tanto aveva preoccupato gli analisti, lasciando così famiglie e aziende con le armi spuntate. La crescita è costante e la fiducia sta tornando. Le banche sono tornate a prestare e soprattutto si stanno usando molto i metodi digitali, che semplificano, velocizzano ed economizzano i prestiti. Oggi la soluzione online è sempre più ricercata, e questo consente risparmi sulle spese e sulla gestione dei prestiti, sia per gli istituti finanziari che per i clienti.

Il futuro sembra far ben sperare, anche perché i prestiti personali, stanno diventando sempre più “personalizzati”, per calzare con le esigenze dei clienti. Queste variano, dall’acquisto di un’auto alle ristrutturazioni delle case, ma anche per il bisogno di liquidità e per chiudere vecchi finanziamenti. Oggi infatti, con i tassi di interesse molto bassi e favorevoli, si può ristrutturare un vecchio debito pagando rate meno pesanti.