Zurich Connect lancia la sfida alla tua RC auto

di Gianni Puglisi Commenta


Come sarebbe la vita se l’Uomo non ambisse a migliorarsi sempre, sfidando il limite stabilito (da un altro o da egli stesso) nella prestazione precedente? La risposta è una ed una solamente: monotona. Ogni sport, solo per fare un esempio, perderebbe di senso; ogni ambizione finirebbe frustrata; ogni crescita, ogni miglioramento… Semplicemente non esisterebbe. Non in economia, non in ingegneria, non nella tecnologia… Niente: tutto fermo. E’ per questo che – confessiamo – ci piace seguire ogni sfida prendendo le parti non tanto del più forte, che non ci entusiasma troppo perché già sappiamo che vincerà, quanto del più ambizioso all’interno dell’intero lotto dei contendenti. E’ forse stata proprio l’ambizione a convincere Zurich Connect di poter lanciare una grossa sfida.

“Battiamo la tua polizza”, leggiamo nel sito della compagnia svizzera di assicurazioni. Sfida ambiziosa… Contro la vocazione a mantenere immutato lo stato delle cose, contro il “Mi sono sempre trovato bene, non voglio cambiare”, contro una concorrenza di certo agguerrita, contro tutto e contro tutti nella consapevolezza di poter offrire un buon prodotto. Zurich Connect vi chiede soltanto di confrontare le condizioni della vostra polizza con un’altra, identica ad essa per quanto riguarda le condizioni garantite. Chiaramente, la sfida dovrà essere lanciata solo nel caso siate veramente interessati a cambiare compagnia…

Già perché se il vincitore del confronto sarà Zurich Connect, sarete “costretti” ad ammettere la sconfitta stipulando una polizza sulla RC (auto o moto) con l’assicurazione stessa; in caso contrario, sarete premiati (d’altronde dove c’è un vincitore c’è anche un riconosimento, no?) con l’invio di un buono carburante da 50 €uro, e potrete liberamente continuare a cercare una nuova polizza o mantenere in essere quella che già avete. Che, a questo punto, sarà di sicuro più economica di quella propostavi da Zurich. La realtà, a conti fatti, è che in questa sfida c’è un unico vincitore: l’assicurato!