Torniamo a parlare di scatola nera e nuove assicurazioni

di Daniele Pace Commenta

 La tecnologia sta portando tante novità in campo assicurativo, tra cui la scatola nera per auto e altri dispositivi, già oggetto di regolamentazione da parte del governo.

Oltre ad essere molto utili in termini di sicurezza, questi strumenti come collegamenti satellitari o scatole nere, possono abbassare i costi delle polizze auto.

Cosa cambia

I dispositivi satellitari possono aiutarvi a tenere basso il premio della polizza, grazie alla possibilità di ritrovare l’auto in caso di furto. Inoltre possono rilevare lo stile di guida, dimostrando alla compagnia assicurativa una condotta prudente a rischio ridotto. Questo garantisce oggi dei bonus che permettono di pagare meno.

Chiaramente il proprietario del veicolo deve accettare la raccolta dei suoi dati alla guida, ma avrà un testimone infallibile in caso di incidente. La trasparenza del processo consente di accedere agli sconti.

Questo fa parte della nuova tendenza delle polizze comportamentali, che grazie alla tecnologia possono premiare tutti quelli che guidano in modo corretto e in sicurezza. Ma non solo. Questi dispositivi stanno portando rapidamente anche all’offerta delle polizze chilometriche, che consentono di pagare in base ai chilometri percorsi. Meno chilometri significa meno possibilità di incidente, e quindi risparmi per chi usa poco l’auto.