Spese sanitarie, no all’inserimento della precompilata

di Daniele Pace Commenta

Assicurazioni-e-sanità-integrativaFino al prossimo 8 marzo è possibile consultare online tutte le spese mediche sul sito del Sistema Tessera Sanitaria. Entro tale data inoltre sarà possibile richiedere l’eliminazione dal sistema di tutte le spese che non si vogliono far apparire nella propria dichiarazione.

La documentazione delle spese mediche

Nel sistema verranno raccolte le spese mediche documentate da scontrino fiscale, ricevuta o fattura emesse dalle strutture sanitarie, farmacie, parafarmacie, laboratori, ambulatori, case di cura, ospedali ottici, medici chirurghi, psicologi, odontoiatri, e dai professionisti sanitari come infermieri e tecnici di radiologia, che per obbligo devono comunicare i dati all’Agenzia delle Entrate, e sono comprese anche le spese veterinarie.

La privacy

Per la tutela della privacy è possibile opporsi all’uso di tale documentazione ed evitare dunque che i propri scontrini o le proprie fatture vengano automaticamente inserite nella dichiarazione precompilata.
È possibile comunque inserire in un secondo momento le spese in questione, evitando così la perdita delle detrazioni. Se si vuole evitare che i propri dati vengano inviati al sistema è possibile accedere all’area personale utilizzando le credenziali Fisconline, oppure semplicemente utilizzando la propria tessera sanitaria con microchip abilitata.

Una volta qui, si può selezionare la voce interessata che non si vuole inserire automaticamente nella dichiarazione.