Sospendere l’assicurazione della moto. Conviene o no?

di Daniele Pace Commenta

L’assicurazione della moto può essere sospesa, e a volte è molto conveniente. La moto è infatti un mezzo particolare per viaggiare. Come è facilmente intuibile, la moto viene utilizzata in prevalenza di estate, mentre per la stagione fredda, rimane spesso in garage.

Vale la pena allora pensare di fare un’assicurazione sospendibile, in modo da risparmiare durante la stagione in cui la moto rimane inutilizzata.

L’assicurazione sospendibile

Per prima cosa bisogna informarsi se la nostra assicurazione sia effettivamente sospendibile. Altrimenti bisogna cercarne una che possa essere sospesa. In questo modo potremo risparmiare i soldi per il premio durante l’inverno.

Come funziona l’assicurazione sospendibile? Molto semplicemente, si può sospendere la polizza durante l’inverno, mantenendo comunque lo stesso “tempo effettivo” di copertura. La polizza verrà infatti prolungata per il tempo in cui è stata sospesa. In questo modo, la compagnia assicurativa non perderà i premi, ma li spalmerà su un tempo più lungo.

La polizza può essere sospesa secondo un determinato tempo. Sono previste infatti sospensioni che vanno da minimo un mese fino a un massimo di un anno.

Naturalmente dovrete farvi bene i conti, perché in genere ci sono dei costi per la riattivazione. Come per tutte le assicurazioni, pagherete il vostro premio alla stipula, ma allungherete la vita della polizza.

Ci sono però anche assicurazioni che non prevedono costi per la riattivazione, come Moto Free di Genialloyd.