Rallenta la crescita dei prestiti bancari verso i privati

di Daniele Pace Commenta

Prestiti nuove impreseIn forte calo la crescita dei prestiti bancari ai privati da parte degli istituti italiani. Nel mese di dicembre le erogazioni hanno avuto una crescita pari al 2% su base annua, ovvero in discesa del 2,3% rispetto al mese di novembre, questo è quanto è emerso da alcuni dati diffusi da Bankitalia.

I dati

Una recente pubblicazione avvenuta da parte di Banche e Moneta ha evidenziato come i prestiti verso le famiglie sono cresciuti del 2,7%, percentuale raggiunta anche il mese precedente.

Per quanto riguarda le società non finanziarie invece, la crescita è stata pari all’1,3%, due centesimi di punto percentuale in più rispetto al mese di novembre. Tutto questo sembra sia avvenuto per effetto di determinate operazioni di cartolarizzazione.

I numeri pubblicati sui mutui e tassi hanno anch’essi risultati positivi. I tassi di interesse sui prestiti erogati a famiglie per l’acquisto della prima abitazione, comprensivi di tutte le spese accessorie, hanno evidenziato una crescita del 2,26%. Le nuove erogazioni del 2019 di credito al consumo sono pari al 7,78%.

Le società non finanziarie invece hanno ottenuto prestiti con tassi di interesse pari all’1,48%, due punti percentuale in meno rispetto al mese di novembre.

I nuovi prestiti con importi fino ad un milione di euro hanno avuto un tasso percentuale pari all’1,9%, mentre quelli superiori a tale cifra all’1,15%. Complessivamente i tassi passivi sono stati pari allo 0,36%.