Poste Italiane semplifica il money transfer con l’Egitto

di Gianfilippo Verbani 1


“L’Amministratore Delegato di Poste Italiane, Massimo Sarmi, e il Ministro del Lavoro e dell’Emigrazione egiziano, Abdel Hady,  hanno raggiunto nei giorni scorsi – al termine di colloqui tenutisi presso la sede diplomatica de Il Cairo – un’intesa per realizzare nei prossimi mesi il servizio di trasferimento fondi tra Italia ed Egitto, sia mediante sportello sia attraverso carte prepagate”, comunica Poste Italiane attraverso le pagine del proprio sito internet. Alle istituzioni egiziane, è stato garantito che sarà applicato il “miglior prezzo” alle operazioni di trasferimento, così da agevolare l’importante comunità egiziana presente in Italia contenendo i costi delle rimesse verso qualsiasi destinazione.

Approfittando del suo trovarsi in loco, Sarmi ha avuto anche un colloquio con il Ministro delle Comunicazioni, Tarek Kamel, per discutere dell’estensione della cooperazione tra Poste Italiane ed Egypt Post al fine di realizzare una piattaforma di servizi innovativi di comunicazione digitale. Non meno importante è stato il confronto tra l’ad di Poste Italiane ed il suo omologo in Egitto, Ashraf Zaki: oltre alla firma congiunta dell’accordo per l’ingresso di Poste Italiane in “Euromed”, organismo di bacino che riunisce 14 operatori postali dell’area euro mediterranea, Sarmi e Zaki hanno affrontato le questioni più propriamente “tecniche” inerenti il potenziamento dei servizi di trasferimento di denaro via sportello e via carta prepagata.

Buone notizie, dunque, per la comunità egiziana in Italia, molto presente (specialmente nel settore della panificazione) e alacremente attiva nel desiderio di costruirsi, mediante il lavoro, un futuro più sereno sia in Italia che nell’eventuale momento del ritorno in Patria. Con il servizio di rimesse di denaro, che Poste Italiane effettua in partnership con Money Gram, tutti gli immigrati d’origine egiziana potranno trasferire fondi alla famiglia rimasta in patria mediante la dotazione di carte prepagate oppure attraverso operazioni di sportello, senza doversi sottoporre a lunghe trafile e senza neppure dover tenere conto di costi che molte volte possono scoraggiare ci è interessato ad usufruire del servizio.


Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.