MPS Spider: paga ovunque, senza conto corrente

di Moreno Commenta

mps-spiderPer fare un albero, si canta in una celeberrima filastrocca, ci vuole un fiore. Per ricevere un accredito dello stipendio, seguendo un parallelismo che è affine solo fino a un certo punto, ci vuole un conto corrente. Se siete ancora convinti di tutto ciò, è il momento che vi destiate dinanzi alle novità che il mercato bancario, sempre in fermento, offre ai risparmiatori. Con speciale interesse per giovani ed immigrati, ossia le due categorie più povere e deboli che esistono in Italia. Per fare un bonifico, o per riceverlo (c’è più gusto…), esiste, tra le altre, MPS Spider, una soluzione che ci sentiamo di definire “geniale” disegnata da Monte dei Paschi di Siena.

Il concetto è semplice, quasi quanto l’uovo di Colombo: dobbiamo offrire alla clientela un prodotto che abbia le caratteristiche di un conto corrente “di base”, ma si tenga ben lontano dai costi dello stesso perché altrimenti la potenziale audience finirebbe per perdere l’interesse. E’ così che nasce questa carta, prepagata ricaricabile, che consente di effettuare pagamenti in Italia e all’estero sul circuito Visa Electron e di prelevare contante presso gli sportelli automatici, ma permette anche di effettuare e ricevere bonifici, pagare utenze e bollettini postali convenzionati e molto altro.

Per giunta, le operazioni di cui sopra possono essere effettuate in larga parte anche senza la necessità di recarsi a uno sportello, bensì attraverso internet o mediante il telefono cellulare. Il tutto, ripetiamo, senza avere il conto corrente e doverne dunque sostenere i costi di gestione (il che, chiaramente, significa anche che il denaro depositato sulla carta non avrà neppure il minimo di redditività). MPS Spider può essere rilasciata anche a non titolari di conto corrente e a non residenti in Italia, purché maggiorenni. Il modo più semplice ed economico per avere la propria banca sempre in tasca.