Locazioni agevolate e comodato: diminuiscono gli obblighi

di Daniele Pace Commenta

Locazioni agevolateBuone notizie per chi ha dato un’abitazione in comodato o locazione agevolata. Sparisce la comunicazione obbligatoria al Comune per la decurtazione del 50% sulla tassa Imu. In questi due casi, non si è più obbligati a dichiarare la cessione del proprio appartamento. Per le altre situazioni permane invece l’obbligo, anche se la scadenza è stata prorogata alla fine dell’anno. È un’altra delle novità che sono contenute nel Decreto Crescita.

Le agevolazioni burocratiche

Arriva il momento delle agevolazioni burocratiche per chi ha dato in comodato o in locazione agevolata il proprio appartamento. Si potrà avere lo sconto del 50% senza dichiarazione per Tasi e Imu. Per la locazione agevolata lo sconto invece è del 25%. Scompare l’attestazione del possesso dei requisiti per soddisfare lo sconto da parte del Comune.
Si tratta di un passo burocratico in meno, anche se rimane il dubbio sui controlli che i comuni dovranno effettuare. Vi sono comunque delle eccezioni quando l’immobile è inagibile oppure in affitto dalle Forze armate, o vi risiede un divorziato a cui la casa è stata assegnata dal giudice in Comune differente rispetto al comune dove è stato istituito il matrimonio, e in altri casi.

Comunque il Governo ha prorogato i termini per l’obbligatorietà della comunicazione, che prima era fissato al 30 giugno. Ora avrete tempo fino al 31 dicembre.