Le garanzie richieste per la concessione di un prestito auto

di Gianfilippo Verbani Commenta

Ecco quali sono le garanzie che i clienti devono in genere presentare al momento della sottoscrizione di un prestito auto.


Un prestito auto, come abbiamo visto anche in alcuni post pubblicati in precedenza, è un tipo di finanziamento finalizzato all’acquisto di un veicolo nuovo o usato, che può essere richiesto o direttamente al concessionario che effettua la vendita del bene, o a qualsiasi altro intermediario del credito presente sul mercato. 

In che cosa consiste il prestito auto

Ma quali sono le garanzie che i clienti devono in genere presentare al momento della sottoscrizione di un prestito auto? Vediamo le principali.

La differenza tra i prestiti per auto nuove e auto usate

Le garanzie richieste per la concessione di un prestito auto

In genere la concessione di un prestito auto non è subordinata da parte del cliente alla concessione di garanzie reali, come possono essere i pegni o le ipoteche iscritte su altri beni del richiedente.

In alcuni casi, tuttavia, in cui gli intermediari finanziari intravedano un rischio di insolvenza maggiore, può capitare che al richiedente venga richiesta la firma di un contratto di prestito che prevede la cambializzazione delle rate o la firma di un’unica cambiale di importo pari, in tutto o in parte, a quello erogato attraverso il prestito.

La garanzia più diffusa che può essere richiesta per la concessione di un prestito auto è però la firma da parte di un terzo soggetto, un garante appunto, che figurerà in qualità di fideiussore o coobbligato in caso di problemi nella restituzione del finanziamento. La strada della fideiussione viene scelta ad esempio quando gli importi sono particolarmente elevati o l’anzianità lavorativa del dipendente non è alta.

Ogni istituto valuta però sia il profilo di rischio del singolo richiedente che quello della singola operazione.