L’Antitrust multa il calcio estero: 67 milioni a MP Silva, IMG e B4 Capital

di Daniele Pace Commenta

calcioL’Antitrust ha deciso di sanzionare MP Silva, IMG e B4 Capital perché avrebbero fatto cartello per il calcio estero. Secondo l’Autorità infatti, le tre aziende si sarebbero accordate in occasione dell’assegnazione dei diritti internazionali del calcio in tv, e questo già a partire dal 2008. La nota dell’Antitrust parte di un’intesa restrittiva della concorrenza.

La multa

L’Antitrust ha così multato MP Silva, IMG e B4 Capital per 67 milioni di euro. Dopo la conclusione dell’istruttoria la nota ha riferito che l’indagine si è svolta nell’ambito delle gare per l’assegnazione dei diritti in territori al di fuori del nostro paese e ha concluso che ci fu accordo sugli inviti della della Lega Nazionale Professionisti Serie A per offrire i diritti del campionato italiano di calcio delle due massime Serie e delle coppe nazionali, Italia e Supercoppa Italiana. Ci sarebbero anche altre partite riguardanti le nostre squadre, che avrebbero fatto parte dell’istruttoria e della sanzione.

Il Gruppo MP Silva avrebbe ricevuto la multa più consistente, di 63,9 milioni di euro. Il Gruppo è stato venduto nel 2016 ai cinesi Everbright e Boafeng dall’imprenditore Riccardo Silva, anche se questi non sono più attivi. La MP Silva è infatti andata in liquidazione, a ottobre per il ramo londinese, e a gennaio per quello di Singapore.