Gli imprevisti che possono capitare nel corso della durata del mutuo – II

di Gianfilippo Verbani Commenta


Riprendiamo in questo post un discorso iniziato in precedenza in merito ai più tipici imprevisti o alle più tipiche variazioni che possono capitare nel corso del rapporto contrattuale di mutuo, in relazione al quale avevamo già considerato l’improvvisa variazione – innalzamento – dei tassi di interesse.

>  Gli imprevisti che possono capitare nel corso della durata del mutuo

Gli imprevisti che possono capitare nel corso della durata del mutuo – II

Il secondo tipo di imprevisti che possono verificarsi nel corso della durata contrattuale di un mutuo riguarda invece la possibile discesa dei tassi di interesse. In questo caso i maggiori rischi saranno a carico dei mutui a tasso fisso, perché continueranno a prevedere il pagamento di rate, anche se certe, più elevate rispetto ad uno stesso mutuo a tasso variabile.

Le famiglie dei mutuatari in questo caso perderanno i vantaggi offerti dal mercato e dunque una interessante possibilità di risparmio.

I rischi del mutuo a tasso variabile con rata costante

Un altro eventuale imprevisto che può verificarsi nel corso della durata contrattuale di un mutuo riguarda il possibile miglioramento delle condizioni finanziarie del mutuatario nel tempo. Quest’ ultimo potrebbe infatti ricevere una inaspettata eredità o ottenere un avanzamento professionale. Tale cambiamento nelle condizioni reddituali del titolare del mutuo rende eventualmente possibile una riduzione della durata del finanziamento ipotecario o anche il rimborso anticipato totale o parziale del credito concesso.

In questo caso sono la maggiore parte dei mutui ad essere coinvolti.

È opportuno considerare, infine, che anche indipendente dalla modifica delle condizioni del mercato, sullo stesso è possibile trovare in ogni momento nuove e più convenienti offerte, che potrebbero anche essere considerate alla stregua di imprevisti.