Finanziamento tramite Cessione del quinto: come si richiede

di Redazione Commenta

L’accesso al credito è una realtà importante per offrire alle famiglie una certa liquidità al fine di far fronte a una serie di spese sopravvenute e dar vita ai loro progetti futuri. In questa prospettiva si colloca la cessione del quinto dello stipendio per dipendenti pubblici. Di seguito andremo a considerare quali sono le sue caratteristiche, i requisiti e come richiederlo.

Cos’è la cessione del quinto

È importante considerare che un prestito viene concesso da una finanziaria o da una banca nel momento in cui vi sia una garanzia reale, dimostrabile con un reddito certo, grazie al quale il dipendente potrà far fronte ai suoi obblighi contrattuali.

Il termine cessione del quinto indica una tipologia di finanziamento che prevede il pagamento delle rate in maniera diretta dallo stipendio. Ciò significa che per i privati, il pagamento di quanto dovuto mensilmente non avverrà dal corrente del lavoratore, ma sarà il datore di lavoro a sottrarre l’importo dallo stipendio che verrà percepito. Nel caso della cessione del quinto dello stipendio INPS dei dipendenti pubblici, invece il pagamento della rata avverrà da parte dell’Ente previdenziale, sottraendo la somma dalla busta paga o dal cedolino pensionistico.

Cessione del quinto per dipendenti pubblici: come funziona

Ma come funziona questa tipologia di prestito? La richiesta deve essere fatta direttamente a un istituto di credito, oppure nel caso dei dipendenti pubblici anche all’INPS. Una volta fornita la documentazione necessaria, sarà direttamente la banca o l’INPS a completare la procedura di richiesta del prestito, attivando il pagamento delle rate direttamente in busta paga.

Con la cessione del quinto sarà possibile richiedere un importo tra i 5.000 € ai 75.000 €. Il calcolo della cessione del quinto dello stipendio per dipendenti pubblici e privati varia in base all’età del richiedente e alla busta paga, infatti la rata mensile non potrà superare il 20% del totale corrispondente a 1/5 di quanto viene percepito dal lavoratore.

In questo modo si garantisce da un lato un pagamento sempre regolare, mentre dall’altro l’accesso al credito non pregiudicherà la qualità di vita del dipendete, con un’esposizione economica troppo gravosa per il suo bilancio familiare.

Infine il finanziamento prevede delle garanzie aggiuntive come indicato dal DPR n° 180/50, con la sottoscrizione di assicurazioni integrative, che intervengono al fine di adempiere al pagamento di quanto dovuto alla banca o alla finanziaria, in caso di un evento sopravvenuto che implichi la perdita del lavoro o di morte del soggetto.

Quali sono i requisiti per richiedere la cessione del quinto dello stipendio

Per richiedere la cessione del quinto dello stipendio per dipendenti pubblici è necessario avere i seguenti requisiti:

• la domanda potrà essere fatta da tutti i dipendenti che abbiano un’età compresa tra i 18 e i 79 anni;

• il richiedente deve essere cittadino italiano e inoltre avere residenza stabile in Italia;

• è richiesta la presenza di un reddito che può essere dimostrabile attraverso un contratto;

• si dovrà disporre di una pensione INPS o ex INPDAP, o di un contratto a tempo indeterminato che sia in vigore da almeno un anno;

A chi rivolgersi per la cessione del quinto dello stipendio

Per ottenere la cessione del quinto dello stipendio sarà possibile richiedere il finanziamento presso un istituto di credito che offre tale tipologia di prestito come Compass Quinto.

Si tratta di una società che negli anni ha posto attenzione ad offrire ai suoi clienti soluzioni adeguate per venire incontro a tutte le loro esigenze, adattandosi alle singole necessità. Se quindi si dispone di uno stipendio in quanto dipendenti pubblici, sarà possibile richiedere la cessione del Quinto per dipendenti pubblici con Compass Quinto.

Grazie al sito si potrà avere un preventivo immediato e richiedere un appuntamento con un consulente, al fine di effettuare la richiesta. Basterà presentare il proprio documento di riconoscimento, il CF, la certificazione Unica e il certificato di stipendio. Sarà Compass a contattare il datore di lavoro per completare la procedura di finanziamento.