Fatturazione a 28 giorni: arrivano gli indennizzi, ma attenzione

di Daniele Pace Commenta


La fatturazione a 28 giorni ha visto la vittoria dell’Authority, dopo un lungo braccio di ferro, e dopo aver minacciato ricorsi a destra e a manca, adesso, gli operatori iniziano a elargire indennizzi per attirare nuovi e vecchi clienti e farli rinunciare ai rimborsi. C’è da attendere ancora la sentenza del Consiglio di Stato, prevista il 4 luglio, ma gli operatori vogliono giocare d’anticipo, sicuri di uscire comunque sconfitti.

Sfruttare le offerte o aspettare il rimborso?

Il Codacons però avverte: meglio aspettare i rimborsi, perché quella che potrebbe sembrare una buona offerta, potrebbe rivelarsi l’ennesimo bluff, poco conveniente, per l’utente.

Secondo l’associazione è meglio infatti aspettare i rimborsi, perché potrebbero essere più sostanziosi. L’Agcom ha infatti ordinato il rimborso dei 2 o 3 giorni al mese sottratti agli utenti, che alla lunga si potrebbero rivelare un buon affare. È vero che la stessa Agcom aveva anche espresso parare favorevole a forme di compensazione alternativa, ma le offerte potrebbero essere inferiori al rimborso.

Vodafone offre 50 Giga da consumare in un mese e 5 voucher, per il Nespresso, per Traveller, per Philips e Saldi Privati.

TIM offre gratuitamente Tim Vision, il servizio Chi è, l’Extra Voice, le chiamate illimitate verso Stati Uniti, Canada ed Europa occidentale e Max Speed.