Danneggiata la macchina di Federico Fashion Style, ecco perché è sbagliato

di Daniele Pace Commenta

Danneggiata la macchina di Federico Fashion Style, il celebre parrucchiere dei VIP che in questi giorni si trovava a Cagliari per un tour. Federico, durante la notte, ha subito un atto vandalico da parte di un gruppo di persone – ancora ignote – che hanno preso di mira la sua auto. Lo ha raccontato lui stesso in una serie di video pubblicati nelle stories di Instagram.

Mi hanno distrutto la macchina, me l’hanno graffiata. Io comunque continuo il mio tour, non mi abbatto e voi rimarrete dei poveri illusi perché tanto io la macchina la sistemerò ugualmente. Queste sono le persone che vengono incitate all’odio. Qual è il problema? Cosa ho fatto di male? Sto andando a lavorare, sono un imprenditore. Fare una cosa del genere.

Sarei andato a cena quando era zona bianca? Ma quante persone lo hanno fatto? Se sono potuto venire in Sardegna è perché ho rispettato tutte le regole. Ho fatto il tampone, mi sono registrato a ‘Sardegna sicura’, quindi a chi ho tolto il lavoro?

Tantissimi i cittadini “felici” del vile gesto subito dall’hair stylist. Le polemiche sono iniziate quando si è appreso che Federico Fashion Style sarebbe sbarcato in Sardegna nei giorni in cui l’isola era stata dichiarata zona bianca. Molti gli utenti che lo hanno invitato a restare in casa, ma il lavoro ha portato l’hair stylist a continuare per la sua strada. Fino a questa notte, quando i vandali hanno preso di mira la sua macchina.

Perché essere “felici” per un raid contro un’automobile nel cuore della notte e di nascosto dagli occhi indiscreti e dall’attenzione del proprietario? Chi ha compiuto questo gesto non è la Sardegna. Piuttosto, in questo modo, i non sardi troveranno un pretesto per dipingere gli abitanti dell’isola come cavernicoli vendicativi e omertosi, capaci di agire nell’ombra e in branco anziché affrontare le persone alla luce del sole e in singolar tenzone.

Quanto accaduto alla macchina di Federico Fashion Style è un gesto barbaro e vigliacco, da condannare e dal quale dissociarsi perché la Sardegna e la dignità dei suoi abitanti sono un’altra cosa. Alle provocazioni di un personaggio famoso non si risponde con la vigliaccheria, ma con la superiorità. Il che non significa mostrare l’altra guancia, ma mostrare i denti alle istituzioni che hanno sempre polverizzato le risorse. Non ci si può riscoprire sardi solamente quando si rivendica un atto vandalico contro la macchina di Federico Fashion Style, la macchina di Federico Fashion Style, la macchina di Federico Fashion Style.