Bonus vacanze, ecco come funziona e come si può richiedere

di Daniele Pace Commenta

All’interno del decreto Rilancio è stato inserito anche un bonus fino ad un tetto massimo di 500 euro dedicato a tutte quelle famiglie che hanno un reddito Isee basso. Un beneficio erogato con l’intenzione di permettere comunque a queste famiglie di poter trascorrere qualche giorno di vacanza nella prossima estate sul territorio italiano.

Il bonus vacanze, come si può facilmente intuire, si tratta di un vantaggio economico che viene messo a disposizione delle famiglie in Italia che possono vantare su un reddito piuttosto limitato e che potranno sfruttare proprio tale assegno con l’intento di finanziare quantomeno una parte delle vacanze estive. È importante mettere in evidenza, però, quelli che sono i limiti temporali che sono collegati alla possibilità di usare il bonus vacanze, visto che il buono in questione si potrà sfruttare dal primo luglio fino al 31 dicembre 2020.

Bonus vacanze, come funziona questa misura

Si tratta di una misura che viene finanziata grazie ad un investimento totale che arriva a 2,5 miliardi di euro. I soggetti beneficiari, come abbiamo detto, sono tutti quei nuclei familiari che presentano un Isee molto basso: tale soglia deve essere al di sotto dei 40 mila euro. Un bonus che si spingerà fino ad un tetto massimo pari a 500 euro, qualora la famiglia sia composta da tante persone. Quindi, si può facilmente intuire questo bonus cambi in base proporzionale rispetto al quantitativo di persone che caratterizzano il nucleo familiare. Sono tre gli scaglioni che vengono proposti, ovvero 150, 300 e 500 euro.

Giusto per fare capire come è stata pensata la struttura del bonus vacanze, si può mettere in evidenza come l’importo massimo pari a 500 euro può essere erogato solo ed esclusivamente a tutte quelle famiglie che sono formate da quantomeno tre persone, ovvero i due genitori e un figlio. Nel caso in cui la famiglia, invece, fosse formata esclusivamente da una coppia di persone che non ha alcun figlio, allora il bonus vacanze si riduce a 300 euro. Anche i single potrebbero far parte della gamma di beneficiari, ma se il loro Isee è al di sotto della soglia imposta a 40 mila euro annui, ecco che la somma erogata sarà pari solamente a 150 euro.

Il bonus vacanze funzionerà come se fosse a tutti gli effetti uno sconto sul prezzo complessivo che si deve pagare alla struttura ricettiva in cui si soggiornerà. La parte rimanente della spesa potrà, però, essere recuperata alla stregua di detrazione fiscale durante la dichiarazione dei redditi 2020, che verrà fatta il prossimo anno.