Bonus nido. Ecco come richiederlo e come incassarlo

di Daniele Pace Commenta

 Da oggi è possibile richiedere il “bonus nido”, previsto dalla legge di Bilancio, che lo ha confermato con un aumento di 500 euro rispetto all’anno scorso. Si potranno avere 1500 euro, andando sul sito dell’Inps per la richiesta.

Sul portale dell’ente si potrà così richiedere l’aiuto alla retta del 2019, e va selezionato anche il tasto dei primi mesi del prossimo “anno scolastico”.

Richieste da fare subito

I finanziamenti per il bonus nido non sono illimitati, e per questo è importante affrettarsi a richiederlo. Infatti saranno erogati fino all’esaurimento dei fondi, che sono fissati a 300 milioni. Questo significa che ci sono finanziamenti per sole 200mila richieste, nel caso fossero tutte da 1500 euro. Una volta esaurito, il fondo non sarà più utilizzabile. Può essere richiesto per i bambini dati dopo il 1° gennaio 2016, oppure adottati e affidati.

Con la soluzione online sul sito dell’Inps, si potranno caricare anche il documenti richiesti, come la ricevuta di pagamento della retta per il primo mese, e l’iscrizione all’asilo.

Per l’assistenza domiciliare serve invece un certificato del pediatra. Inoltre, si potrà utilizzare anche l’app sul telefonino.

La richiesta del bonus nido non consente però di detrarre le spese della scuola per il bambino interessato, che sono invece del 19%, fino a 630 euro.