Banche, Rapine: in Italia il 40% del totale europeo…

di Gianni Puglisi Commenta


Commissioni elevate, estratto conto molto poco trasparente e costi giustificati da voci ancor più oscure e incomprensibili: è opinione comune, ne abbiamo parlato anche noi, che le banche siano, in Italia, istituti verso cui la clientela fatica a devolvere la propria fiducia incondizionatamente; qualcuno parla di “tassa occulta”, altri abbandonano l’aplomb e si dichiarano apertamente “rapinati” allo sportello. Ignorando che le vere rapine sono molto meno subdole e più dolorose, e per giunta non sono così infrequenti sul nostro territorio nazionale: sapevate che quasi una rapina (in banca) su due tra quelle che avvengono in Europa si realizza in Italia?

È questo un dato prodotto da Fiba Cisl, che altro non ha fatto se non riportare i dati dell’Osservatorio nazionale del sindacato e sottolineare, come era inevitabile, che “il fenomeno delle rapine in banca in Italia, per quanto in flessione negli ultimi 2 anni, resta di dimensioni importanti”. Nel 2009 in Italia ci sono state 1.744 rapine, il 42,02% del totale di 4.150 in Europa. Grazie al cielo, pare che questo genere di azioni non sia più molto di moda, benché la piaga rimanga un importante punto di debolezza del settore: alla crescita degli anni 2000-2008 ha fatto seguito infatti un calo negli ultimi due anni, con un trend di decremento che al momento prefigura un “taglio” del 15% nel 2010.

In particolare, come ha spiegato Fiba, le rapine in banca diminuiscono in tutte le regioni ad eccezione di Campania, Marche, Piemonte e Veneto. Aumenti consistenti “a macchia di leopardo”, a Pescara, Napoli, Milano, Torino, Perugia e Verona. Roma è stazionaria, ma sul dato incide il fatto che nel 2008 aveva visto un incremento di questo genere di crimini del 20%. Solo una rapina su dieci si conclude con esito negativo per i malviventi, che perdono il bottino. Fotografia diversa secondo il Dipartimento di pubblica sicurezza, il quale lamenta una disomogeneità dei dati perché in altri Paesi UE (ad esempio la Francia) si considera rapina solo un’azione a mano armata.