Riscatto assicurativo

di Daniele Pace Commenta

Il riscatto della polizza assicurativa, può anche essere richiesto prima della scadenza stabilita, ma questo non sempre conviene al cliente.

Il riscatto della polizza assicurativa, può anche essere richiesto prima della scadenza stabilita, ma questo non sempre conviene al cliente, e non sempre è possibile richiederlo, perché ci possono essere delle clausole che lo impediscono. I dubbi a questo punto possono essere diversi, per questo è importante comprendere come si calcola il giusto rimborso del premio versato.

Quando si sottoscrive un’assicurazione per la vita, questa prevede il pagamento del premio per un periodo prestabilito attraverso un piano di ammortamento, a copertura di un presunto caso che si può verificare nella vita del cliente, come anche il decesso, l’inabilità o la disabilità a causa di un sinistro. I questo caso specifico, l’intera somma versata compreso il premio stabilito dalla polizza che si è stipulata, verrà versato al sottoscrittore dell’assicurazione stessa, oppure alla persona che è stata menzionata o designata al momento del contratto assicurativo. Tramite la verifica del caso, per il quale si stabilisce l’assicurazione, disabilità oppure decesso, la persona che ha stipulato la polizza a vita, recupera la somma versata nel periodo di ammortamento della polizza, ma non è obbligato a tenere e proseguire il pagamento della polizza per il resto della vita. Può capitare inoltre che l’assicurazione che si è sottoscritta tempo prima, non sia più utile, oppure che la si voglia modificare o cambiare con un’altra forma assicurativa.