Prestiti alle famiglie: il bilancio di fine anno

di Daniele Pace Commenta

Prestiti alle famiglieDicembre è tempo di bilanci, anche per il settore dei prestiti. Il 1917 si chiude con molte certezze e molti dati positivi. Per quel che riguarda i prestiti alle famiglie, si è assistito ad una crescita del 9,4% sull’anno precedente, secondo il XLIII Osservatorio sul Credito al Dettaglio di Assofin, Crif e Prometeia.

Un dato in linea con gli altri, che riconduce all’attuale situazione di politica monetaria stabilita dalla BCE, che con tassi molto bassi, i più bassi di tutti i tempi, ha rilanciato il credito al consumo e non solo. Anche i prestiti personali registrano il segno più, con una crescita del 14.6%. I bassi tassi e la ritrovata fiducia è accompagnata da molte offerte degli istituti di credito, che si stanno sfidando a suon di offerte. I prestiti per i veicoli a motore segnano un aumento del 13% mentre scendono quelli che servono all’acquisto di altri beni e servizi, di ben l’8,6%. Arredamenti, impianti per la casa, sanità e molti prodotti elettrici e elettronici hanno lasciato spazio ad altre spese. Molti finanziamenti sono stati erogati anche con le carte di credito e altre carte associate, che segnano un +7,6% rispetto al 2016, che aveva invece visto un +24%. Anche la cessione del quinto ha registrato il +3.5%.