Mutui: le promozioni delle banche fino a fine anno

di Sofia Martini Commenta

Più è corto il mutuo più la percentuale di guadagno della banca è bassa.

Sono numerose le offerte bancarie sui mutui da qui fino alla fine dell’anno. Possono essere tutte accomunate da una caratteristica: al fine di accedere alla promozione che sconta la percentuale di guadagno della banca è opportuno rispondere ad alcuni requisiti. Questi non sono spesso sostenibili, dal momento che ad esempio chi non è contemplato nelle casistiche prestabilite viene escluso dal credito. Nella maggior parte dei casi, il tasso viene scontato nel momento in cui si accetta una percentuale inferiore del valore della casa da farsi finanziare. In altri termini, se parte della quota viene pagata in contanti è possibile essere premiata con una riduzione dello spread. In altri casi, c’è chi offre riduzioni in base alla durata del mutuo: più è corto più si risparmia.Gli spread, dunque, possono variare in base alla durata e per ottenere lo sconto è opportuno scegliere durate più corte così da estinguere nel minor tempo possibile il credito con la banca. Ad esempio, per i nuovi clienti di Monte Dei Paschi è disponibile il nuovo Mutuo Italiano Benvenuto, destinato all’acquisto o alla ristrutturazione della prima casa o di una unità immobiliare adibita ad abitazione principale. Il mutuo, a tasso fisso o variabile, ha una copertura pari all’80% del valore dell’immobile per importo non superiore ai 300.000 euro. E ha una durata massima di trent’anni. In ogni caso Tan e spread cambiano in base alla durata del piano.

Chi opta per il tasso fisso e sceglie di rimborsare il debito in dieci anni avrà, infatti, un Tasso annuo nominale del 3,08%. A 15 anni il costo mensile passa al 3,50%, e arriva ad un massimo del 3,95% per chi seleziona l’ammortamento spalmato sui 30 anni.
Nel caso si optasse per il variabile, invece, si otterrebbe uno spread massimo applicabile alle durate a 10 anni dell’1,85%, che sale all’1,90% per i 15, e arriva al 2,05% sui 30 anni.