I migliori broker per le opzioni binarie: cosa propongono ai loro clienti

di Redazione Commenta

broker-onlineC’è differenza tra i migliori broker disponibili in internet, o in realtà tutte le piattaforme di trading sono uguali tra loro? La risposta a questa domanda è semplice da ottenere, visionando la raccolta dei migliori broker per le opzioni binarie. In rete si trovano tante informazioni riguardanti i broker e le loro piattaforme di trading: anche un neofita può rapidamente comprendere quali siano i siti più interessanti e quelli meno piacevoli da utilizzare. Sia per chi inizia oggi, sia per chi è già un trader esperto, l’esame delle proposte dei broker è sempre utile.

Perché scegliere il broker
Da quando l’attività di trading online è stata introdotta in Italia di strada se ne è fatta. Oggi ci sono molti trader che svolgono questa attività con grande successo e diversi broker, che propongono interessanti bonus ai loro clienti e piattaforme di trading sempre più accurate e semplici a utilizzare. La scelta del broker è ancora oggi uno dei passi più importanti per chi vuole iniziare la sua attività di trading online con il piede giusto. Il broker infatti è l’intermediario che si preoccupa die effettuare le operazioni per i singoli trader, ma non solo. Sul sito di qualsiasi broker infatti sono disponibili diversi corsi e tutorial, e alcuni permettono ai clienti di avere sempre a fianco a loro un tutor in carne e ossa, che li consiglia e li guida durante la loro attività quotidiana. Aprire il proprio conto sul sito di un broker o su un altro non è una cosa da lasciare al caso, la scelta del broker è infatti molto importante e può condizionare la futura attività di chiunque.

Broker autorizzati
La prima caratteristica da verificare sul sito di un broker consiste nel controllare che possieda tutte le autorizzazioni previste dalla legge. In Italia è la Consob che si preoccupa di verificare le società di brokeraggio, controllandone le attività e il funzionamento delle piattaforme di trading. Prima di aprire un conto è necessario quindi controllare che il sito pubblichi una pagina con le autorizzazioni da parte degli enti preposti a rilasciarle, oppure si può seguire l’iter opposto: guardare sul sito della Consob, o di qualsiasi altro ente europeo, la lista dei broker autorizzati. Se un sito non possiede l’autorizzazione da parte di un qualsiasi organismo di controllo non necessariamente si tratta di truffatori, conviene però mantenersi alla larga.

Diversi tipi di conto
Non tutti i broker si comportano nello stesso modo per quanto riguarda le proposte ai loro clienti. Ci sono infatti dei siti che offrono diversi tipi di conto, a pagamento o gratuiti. In molti casi il conto a pagamento (si tratta in genere di una quota mensile o di un forfait annuale) sono più completi e ricchi di informazioni. In alcuni casi l’abbonamento comprende anche la ricezione dei segnali di trading: dei pratici suggerimenti sui migliori affari su cui investire nel corso della giornata. Oppure è possibile avere un tutor che segue il cliente nelle sue scelte, consigliandolo su ogni passo da effettuare.