Finanziamenti per i consorzi d’imprese commerciali e turistiche

di Fil 3

finanziamenti turismoE’ ufficialmente scattato nella Regione Liguria il conto alla rovescia per la partecipazione ad un Bando che, con una dotazione pari ad oltre 1,5 milioni di euro, permetterà ai consorzi delle imprese commerciali e turistiche delle aree “Obiettivo 2” di poter accedere a finanziamenti con finalità di riqualificazione, promozione e rinnovamento delle attività. I termini per l’invio delle domande di partecipazione al bando, da presentare alla FILSE, la Finanziaria Ligure per lo Sviluppo Economico, partono dal prossimo 1 giugno e terminano il 31 luglio 2009. L’obiettivo del bando, approvato dalla Regione Liguria, è quello di incentivare gli investimenti da parte dei consorzi di PMI turistiche, ricreative e del commercio, con l’intento di ridare slancio e smalto ai mercati al dettaglio siti nelle aree pubbliche, ai centri rurali ed al sistema della distribuzione turistica e ricettiva.

Nei limiti degli aiuti in “regime de minimis“, il Bando finanzia interventi per contributi pari ad un massimo di 200 mila euro per tre esercizi finanziari di bilancio e nella misura del 50% delle spese che, come previsto dal bando stesso, saranno ritenute ammissibili. Due sono in particolare le misure previste dal bando: la “misura 1” che finanzia i progetti di miglioramento delle aree dove sono presenti i consorzi di piccole e medie imprese, gli interventi finalizzati a migliorare l’operatività, quelli per garantire una migliore identificabilità dei consorzi e quelli per la promozione delle attività; la “misura 2” invece punta a finanziare sulle aree pubbliche gli interventi di miglioramento dei mercati per il commercio al dettaglio.

Per quanto riguarda l’accesso alla “misura 2“, devono essere rispettati alcuni requisiti, tra cui quello, per le imprese commerciali, di un numero di dipendenti non superiore a 95 ed un fatturato annuo che non superi il livello dei 15,2 milioni di euro; oppure in opzione dallo stato patrimoniale non deve risultare un totale superiore ai 10,3 milioni di euro.

Commenti (3)

I commenti sono disabilitati.