Due mutui a tasso variabile loan to value da scegliere a Maggio 2014

di Sofia Martini Commenta

Ecco due mutui loan to value da scegliere in questo periodo: si tratta del Mutuo Variabile BNL - Banca Nazionale del Lavoro - e del mutuo Hello Home! Variabile di Hello! Bank, la nuova banca digitale del gruppo BNP Paribas.

4851_BNLIn un post pubblicato in precedenza abbiamo visto che a partire dal 2014 sono diventati sempre più frequenti i mutui che applicano la cosiddetta politica loan to value, ovvero la strategia secondo cui lo spread di un mutuo a tasso variabile diminuisce per i clienti che richiedono alla banca di finanziare solo una piccola parte del costo di acquisto complessivo di un immobile.

Che cos’è la politica del loan to value nel mercato dei mutui

Numerose sono infatti le banche italiane che hanno fatto questa scelta e tra queste ve ne sono due in particolare di cui vogliamo in questo post descrivere in maniera più dettagliatamente i prodotti.

Si tratta del Mutuo Variabile BNL – Banca Nazionale del Lavoro – e del mutuo Hello Home! Variabile di Hello! Bank, la nuova banca digitale del gruppo BNP Paribas.

Migliora l’andamento del mercato immobiliare e dei mutui nel 2014

Due mutui a tasso variabile loan to value da scegliere a Maggio 2014

Nel caso del primo mutuo, il  Mutuo Variabile BNL, l’istituto di credito propone in questo periodo un prodotto con spread agevolati al 2,45 per cento per mutui che non superano il 50 per cento del costo complessivo dell’immobile che si desidera acquistare, ovvero 15 punti base in meno rispetto a coloro che fanno invece richiesta di un mutuo con importo compreso tra il 51 per cento del valore e l’80 per cento del valore dell’immobile.

La seconda proposta del periodo, invece, è il mutuo Hello Home! Variabile di Hello! Bank che ripropone una formula analoga con spread al 2,45 per cento per importi fino al 50 per cento del valore e spread al 2,60 per cento per importi superiori a questi.