Conto corrente notai per la compravendita di un immobile

di Daniele Pace Commenta

Per evitare truffe sull'acquisto di una casa, e quindi di perdere tutti i soldi pagati, è possibile versare il costo dell'immobile direttamente al notaio.

Conto corrente notaio compravendita immobilePer evitare truffe e doppie vendite sull’acquisto di una casa, e quindi rischiare di perdere tutti i soldi pagati, oggi è possibile versare il costo dell’immobile direttamente al proprio notaio, che girerà la somma al venditore, solo dopo la trascrizione del rogito. Tutto questo grazie alla Legge sulla Concorrenza, che ha realizzato uno speciale conto deposito per notai, proprio per garantire le compravendite. Nel momento in cui si acquista un immobile, oppure una abitazione, per il passaggio di proprietà non basta semplicemente il rogito, ma è necessaria anche la trascrizione dell’atto nei registri pubblici. Una volta avvenuta la trascrizione il nuove acquirente diventa proprietario a tutti gli effetti e di conseguenza può far valere i proprio diritti. La trascrizione però è un atto burocratico che richiede dei tempi a prescindere dalla volontà e dalla professionalità del notaio. Nel lasso di tempo tra rogito e trascrizione, il proprietario inoltre ha la possibilità di vendere a terze persone lo stesso immobile o la stessa casa, effettuando un ulteriore rogito, così chi si trova di fronte ad una doppia vendita, è costretto a far causa per recuperare i propri soldi. Per evitare appunto che questo accada, la Legge sulla Concorrenza prevede l’apertura da parte dei notai di un conto deposito sul quale versare le somme necessarie alla compravendita.