Banca popolare di Vicenza, conto corrente SemprePiù Online

di Sofia Martini Commenta

La descrizione di alcuni prodotti per correntisti della Banca Popolare di Vicenza. Ecco per esempio il conto corrente SemprePiù Online.

Anche se le Fiamme Gialle hanno fatto irruzione nelle sedi della Banca Popolare Vicenza, perché nella loro inchiesta è indagato il presidente della banca Giovanni Zonin, noi vogliamo comunque riportare la descrizione di alcuni prodotti per correntisti. Ecco per esempio il conto corrente SemprePiù Online.

> Banca popolare di Vicenza, conto corrente SemprePiù Famiglia Light
> Banca popolare di Vicenza, conto corrente SemprePiù Famiglia
Banca popolare di Vicenza, conto corrente SemprePiù Rendimento 

Per chi vuole risparmiare tempo e denaro, SemprePiù Online è un conto corrente disponibile 24 ore su 24 per le operazioni self service e dà modo di effettuare acquisti, prelevare contante, pagare bollette e gestire altre esigenze con operazioni illimitate allo sportello automatico, via internet o al telefono.

Perché scegliere il conto SemprePiù Online

Il canone di 2 € al mese include
  • il servizio di banca online BPViGO!
  • la carta di Debito Internazionale con chip, più sicura e flessibile
  • la Carta c/Conto, prepagata, ideale anche per gli acquisti via internet
  • prelevamenti gratuiti presso gli sportelli automatici di altre banche in funzione della giacenza di conto: un prelievo gratuito ogni 500 €, per un massimo di 4 al mese.
Con il conto corrente SemprePiù Online si può fare tutto quello che serve da casa o dall’ufficio, senza code agli sportelli e orari fissi! Scegliere il conto corrente SemprePiù Online non significa però abbandonare la Filiale: allo sportello, sono gratuite tutte le operazioni di versamento in conto e un’operazione di conto a scelta al mese.

Le operazioni eseguite mediante canali alternativi (per esempio tramite BPViGO! o allo sportello automatico) non sono soggette alle spese per la registrazione in estratto conto. Potranno comunque essere addebitate specifiche commissioni in relazione alla natura della disposizione (per esempio per i bonifici).