Banca Intesa-SanPaolo: la sicurezza è O-Key

9 ottobre 2010 07:470 commenti

Dei servizi telematici di Banca Intesa-SanPaolo abbiamo detto già altrove; quello che non abbiamo ancora detto, semmai, è che ogni volta che si parla di servizi on-line e accesso tramite quella rete, dalle potenzialità ancora largamente ignote, che è internet, si ingenera nella platea un problema di diffidenza dovuto alla scarsa sicurezza che sarà difficile estirpare. Anche facendo notare al risparmiatore che un furto in strada e un furto via web pari sono, questi vi risponderà che invece è meno doloroso sapere che qualcosa ci è stato sottratto per aver visto che questo accadeva piuttosto che venirlo a scoprire, magari con diversi giorni di ritardo, al controllo di un estratto conto.

E’ per questo che le banche stanno investendo somme ingenti sulla sicurezza della clientela, perché la partita per il credito del futuro si gioca tutta qui: se sarà credibile, abbatterà i costi della macchina degli sportelli; se invece sarà vero il contrario, bisognerà investire per cercare soluzioni alternative attualmente ancora lontane dall’essere individuate. Ma con Banca Intesa-SanPaolo la sicurezza è un argomento ok, anzi un argomento O-Key. O-Key è il nome della chiavetta elettronica della quale vengono dotati tutti i clienti interessati ad accedere ai servizi via internet, cellulare e telefono.

La sicurezza è triplice, dal momento che per accedere a un conto corrente (e mediante questo fare tutte le operazioni possibili) esistono un codice titolare ed una password che sarete chiamati a tener segreta, più un codice usa e getta che vi verrà fornito ad ogni operazione dalla vostra simpatica chiavetta O-Key. Lo strumento è piccolo, leggero, e viene consegnato in filiale al momento della sottoscrizione del contratto.Anche il funzionamento di O-Key è semplicissimo: si entra nell’area riservata per le operazioni di home banking del sito, si accende O-Key pigiando il bottone arancione e si ottiene un codice senza cui entrare nell’area riservata sarà impossibile, prima che a voi a chiunque abbia cattive intenzioni da realizzare con i vostri soldi.

Abbiamo parlato di: ,