Sogni&bisogni con Banca Cattolica

di Gianni Puglisi Commenta


Ogni famiglia, ogni giorno, deve fare i conti con i propri sogni e i propri bisogni: la casa, la scuola, il lavoro, la pensione, le vacanze, la macchina nuova, il cinema, i divertimenti. Tutte queste cose rientrano nel bilancio familiare e non sempre è facile far tornare i conti e risparmiare.

Per questo Banca Cattolica, ha creato il programma Sogni & Bisogni, un’iniziativa che aiuta a trarre i migliori risultati dalla gestione del bilancio familiare. Con il programma Sogni & Bisogni, Banca Cattolica mette a disposizione di ogni famiglia un consulente permanente per la gestione del bilancio famigliare.

Una specia di angelo custode che l’affiancherà nell’amministrazione delle risorse a breve, medio e lungo periodo. Grazie al suo aiuto sarà più facile amministrare al meglio l’economia di famiglia, soddisfacendo i bisogni e trovando spazio anche per la realizzazione dei sogni.

Basta prenotare presso una qualsiasi delle filiali  un appuntamento gratuito per la compilazione del questionario Sogni & Bisogni. Con la compilazione del questionario, i consulenti ottengono un ritratto completo della famiglia e sono in grado di fornire un piano di lavoro tagliato su misura per le esigenze.

Una volta concordato il programma, il consulente Sogni & Bisogni si affianca alla famiglia nel tempo, diventando un referente permanente per una corretta evoluzione del programma e per fornire nuove soluzioni in caso di cambiamenti imprevisti.

Ancora, ecco in generale parte dei servizi rivolti alla clientela e dei quali è possibile richiedere ulteriori approfondimenti fissando un colloquio con i consulenti della banca: obbligazioni BCC, una delle forme d’investimento più gradite considerati i tassi d’interesse competitivi e la sicurezza di rimborso. Sono titoli di credito emessi dalla banca, che garantisce i tassi d’interesse, la puntualità del pagamento delle cedole ed il rimborso del capitale alla scadenza prevista dal regolamento d’emissione.

Massima trasparenza nei tassi d’interesse, che sono variabili e collegati a parametri ufficiali (Euribor) e quindi controllabili da chiunque sulla stampa specializzata. I certificati di Deposito, gli eredi diretti dei vecchi depositi a risparmio; rappresentano un credito del cliente verso la banca che si impegna a rimborsare, alla scadenza, la somma versata più gli interessi, il tasso d’interesse è fisso e dichiarato per scritto sul certificato di deposito.

I depositi a Risparmio, la forma più semplice e tradizionale di risparmio è ancora gradita a molte persone. Nominativi o al portatore, prevedono tutti spese di gestione molto basse e massima trasparenza, infatti il titolare può verificare immediatamente l’operazione appena compiuta allo sportello (versamento-prelevamento), nonché l’effettivo saldo del suo deposito.