Il Prestito Personale di Carrefour Servizi Finanziari si fa in Tre

di Gianfilippo Verbani 2

Chi crede nel potere esoterico dei numeri, anche solo di alcuni tra loro, certo si sarà accorto che lo scorso venerdì è stato un venerdì 17. Quanto di più nefasto un calendario possa offrire. Chi crede nel potere esoterico dei numeri, però, sarà anche a conoscenza dell’ampio ricorso che si è fatto ed ancor oggi si fa alla simbologia legata al numero 3. Tre, un numero molto utilizzato nella mitologia cattolica: tre i componenti la Sacra Famiglia, 33 gli anni di Cristo e così via, fino alla divisione per tre degli apostoli nella raffigurazione de L’ultima cena di Leonardo da Vinci. Tre, il “numero perfetto” anche per il prestito personale CSF, acronimo di Carrefour Servizi Finanziari.

Già perché i supermercati, luoghi della spesa per antonomasia, hanno cominciato a specializzarsi non solo sul come farvi spendere, ma anche nel fornirvi gli strumenti atti a questo scopo. Cioè il denaro da spendere, in modo da tenervi il più possibile legati a sé. In una parola, “Fidelizzati”. Ma stavamo parlando del “tre” del prestito personale CSF, e torniamo a bomba sull’argomento. Spiegando il perché di questo nostro ampio excursus sulla storia del numero tre. Tre sono infatti, con CSF, le possibilità che avete di saltare la rata nel corso del prestito.

Tre sono le occasioni, durante l’intera storia del prestito accordatovi da Carrefour Servizi Finanziari, per modificare l’importo della rata, aumentandolo o diminuendolo a seconda delle vostre opportunità di spesa. Tre sono i documenti da presentare allo sportello per richiedere ed ottenere il prestito personale CSF: carta d’identità, codice fiscale e documento di reddito, uno a scelta. Fino a 30mila €uro, da rimborsare in rate a partire da 50 €uro al mese con la possibilità di estinguere il tutto in qualsiasi momento senza il pagamento di alcuna penale. Quello che si dice “una buona offerta”

Commenti (2)

I commenti sono disabilitati.