La Rc Auto temporanea. A volte conviene, altre volte no

di Daniele Pace Commenta


A volte c’è l’esigenza di fare una Rc Auto temporanea, invece della classica da un anno, oppure da sei mesi. Chiaramente, più è lunga la durata della polizza, più si risparmia. Ma in alcuni casi, serve una polizza che ci copra solo per un piccolo lasso di tempo. Ad esempio quando dobbiamo spostare un’auto non assicurata per diversi motivi.

L’assicurazione temporanea

Alcuni usano l’auto solo in determinate occasioni, altri devono solo venderla e quindi portarla in qualche luogo dove realizzare la compravendita.

Per questo le polizze temporanee possono durare 1, 3, 5, 15 e 30 giorni, oppure anche 3, 4 o 6 mesi. Ma non sempre si paga un premio più basso. Spesso non c’è convenienza nello stipulare una polizza temporanea. Il costo infatti non è mai proporzionato al frazionamento di una normale polizza annuale. In genere si hanno dei vantaggi, rispetto ad una polizza classica, se la si fa per un periodo inferiore a quattro mesi.

Si può risparmiare il 50% se si usa l’auto per una decina di giorni. Come vediamo la proporzione non è certamente precisa. Ma si può risparmiare fino al 25% se si guida per un centinaio di giorni.

Volendo si può ricorrere alle polizze sospendibili, ovvero a quelle polizze, di un anno, che però possono essere sospese. Non tutte hanno questa opzione, ed è bene informarsi prima.