Il Mattino ha il clickbait in bocca

di Daniele Pace Commenta

Sì, è successo di nuovo e questa volta in maniera spudorata. Il caso è stato sollevato da Bufale.net e da tanti altri profili social. Succede che Il Mattino, testata oltremodo storica, ha riportato la tragica notizia di una donna ma è riuscito a infilarci che avesse ricevuto il vaccino AstraZeneca pur trattandosi di un dettaglio totalmente estraneo ai fatti.

Il pezzo è ancora online e nessuno degli autori si è ancora messo una mano sulla coscienza. Questo il titolo incriminato: “Ischia, prof di 31 anni morta per arresto cardiaco: un mese fa aveva fatto il vaccino Astrazeneca“. Ecco cosa recita il testo:

C’è sgomento ad Ischia e Procida per l’improvvisa scomparsa per arresto cardiaco di Ilaria Pappa, la 31enne professoressa morta ieri sera all’ospedale Cardarelli dove era ricoverata da alcuni giorni per un malore. La donna, originaria di Napoli e sposata con un professore di Procida che pure insegna ad Ischia, aveva preso servizio all’inizio dell’anno scolastico all’istituto Cristofaro Mennella di Lacco Ameno.

Quando si parla di vaccino? Presto detto:

Lo scorso 28 febbraio la donna si era sottoposta a vaccinazione, con Astrazeneca, in occasione della campagna vaccinale degli oltre 1.200 tra docenti, dirigenti e personale ATA delle isole di Ischia e Procida.

In poche parole non esiste alcuna correlazione col vaccino AstraZeneca ricevuto da Ilaria Pappa, lo stesso articolista del Mattino non lo indica come causa del malore che ha strappato la professoressa alla vita. Eppure lo fa nel titolo, così, spudoratamente come se il clickbait fosse la norma del giornalismo, come se fosse tutto deontologia.

Come fanno notare da Bufale.net, inoltre, creare un titolo in cui tra arresto cardiacovaccino si frappongono due punti, un segno che indica una correlazione. Oggi l’articolista potrebbe calzare l’aureola e dire “Io non intendevo che… “, ma è chiaro che la scelta redazionale sia quella.

Il caso viene sollevato anche da Giornalettismo che precisa: “Nonostante la lezione dei giorni scorsi, evidentemente, non ci si è ancora decisi a fare attenzione alla proposta di questo tipo di notizie”. Qual è la lezione dei giorni scorsi? Quella che aveva portato l’EMA a sospendere le vaccinazioni di AstraZeneca dopo i ripetuti lanci allarmistici da parte della stampa. L’EMA, ovviamente non ha riscontrato anomalie e AstraZeneca è ripartito.

Tutto questo è normale? A quanto pare sì, è la nuova normalità e i lettori ora sono in mano a giornalisti che preferiscono il clickbait e la paura alla corretta informazione.