Carta di credito Blu di Banca di Trento e Bolzano

di Gianni Puglisi Commenta


La carta di credito Blu, della Banca di Trento e Bolzano, è una carta di credito del gruppo Intesa Sanpaolo, piuttosto semplice e flessibile, utilizzabile in Italia e nel mondo per fare acquisti presso gli esercenti e i siti internet abilitati al circuito indicato sulla carta e per ottenere anticipi di denaro presso gli sportelli automatici. Vediamo dunque a chi è rivolto questo strumento di pagamento, e quali sono le principali condizioni economiche.

La carta è utilizzabile per poter acquistare beni e servizi pagandoli successivamente al momento dello shopping. In questo modo il cliente della banca potrà evitare di portar con sé ingenti somme di denaro, in Italia e all’estero.

La carta – precisa il sito internet dell’istituto di credito – ha una durata di 3 anni e permette al cliente di pagare presso tutti i negozi aderenti al circuito indicato sulla carta, in Italia o all’estero, posticipando il rimborso delle operazioni effettuate. Ancora, prosegue il sito della banca, la carta permette di acquistare con sicurezza su internet grazie al Servizio Pagamenti sicuri internet; effettuare prelievi di denaro contante (cd. anticipi di contante) presso gli sportelli automatici abilitati (anche di altre banche), in Italia e all’estero; effettuare ricariche su telefonia cellulare dei principali operatori presso gli sportelli automatici (anche di altre Banche) abilitati in Italia; effettuare ricariche su carte prepagate in Italia e sugli sportelli automatici abilitati delle Banche del Gruppo;  aderire gratuitamente al programma Bonus Intesa Sanpaolo (vedi anche le condizioni della carta Superflash da CR Friuli Venezia Giulia).

Per quanto concerne infine le principali condizioni economiche, sottolineiamo che il canone della carta titolare è pari a 30 euro, mentre il costo della carta aggregata e aggiuntiva è pari a 18 euro. Sono previste commissioni per anticipo contate pari al 2 per cento se effettuate in sportelli del gruppo Intesa Sanpaolo, o del 4 per cento se effettuate in ATM di altre banche.