Assicurazione cani e gatti. Le variabili età e razza incidono sui costi

di Daniele Pace Commenta

 Il cane e il gatto possono essere assicurati per le spese mediche, ma anche per eventuali danni a terzi. Però le assicurazioni fanno pagare il premio anche in base all’età e alla razza.

L’assicurazione non è obbligatoria, ma comunque sia consigliata, perché civilmente si è responsabili di quello che “combina” il vostro amico a quattro zampe. Certamente il pelosetto non si rende conto di poter causare dei danni a terzi, e che sarete voi a sborsare i risarcimenti.

L’assicurazione

L’assicurazione vi aiuta nei casi i vostri “amichetti” ne combinino una. Interviene nei risarcimenti, ma anche nelle cure sanitarie.

In genere infatti c’è la responsabilità civile, e poi si possono aggiungere le spese mediche e la tutela legale.

I cucciolotti, di età inferiore ai sei mesi, e gli anziani, oltre i dieci anni in genere, costano meno come premio assicurativo. Si ritiene infatti che abbiano meno possibilità di combinare guai. Stesso discorso per la razza. Sicuramente un barboncino costerà di meno, in quanto si ritiene alcune razze, come i pitbull ad esempio, più aggressive e quindi più a rischio. Si tratta di considerazioni generali che però pesano sui costi.

Questi vanno dai 40 euro fino ai 200 l’anno, a seconda di queste variabili e di quali coperture scegliere per i vostri pelosetti.