Zurich vi invita a Viaggiare nel Mondo

di Moreno Commenta

turista“Sì, Viaggiare” cantava il compianto Lucio Battisti nell’ormai lontano 1977. Già, viaggiare: dapprima, ma siamo agli albori, una ricerca; quindi il viaggio si è trasformato, ed è divenuto “solo” uno svago fine a se stesso, un modo come un altro (benché più costoso di altri) per evadere dalla routine della vita quotidiana. Oggi viaggiare è per qualcuno addirittura un’esigenza: vuoi perché l’esistenza è diventata ancor più monotona, vuoi perché ci sono certi viaggi che “si devono” fare, anche per poterlo raccontare agli amici. Un’esigenza sociale. “Quel gran genio del mio amico” di cui cantava Battisti, però, per restare al passo coi tempi oggi non vi avrebbe sistemato il motore “soffiandoci un po’ “, bensì forse si sarebbe spinto a consigliare una polizza sul viaggio. Come quella di Zurich.

Il nome dice tutto senza però solleticare la fantasia del risparmiatore: Viaggiare nel mondo. Non fa niente per la fantasia, a noi interessa principalmente la tutela. Ecco allora che inoltrandoci nella lettura della brochure informativa, scopriamo che Viaggiare nel mondo “è una polizza temporanea da utilizzarsi per i propri viaggi, in particolar modo se all’estero” e qui entra in gioco il primo elemento di novità rispetto ad altre polizze: l’estero. Già, perché nessuno lo dice esplicitamente, ma tutte le polizze viaggi sono pensate per i turisti “in uscita”, in quanto entro i confini nazionali c’è già il welfare state a garantire quel minimo di tranquillità. Grazie Zurich, viva la sincerità.

Per chi viaggia all’estero, però, devono esistere particolari forme di tutela. La compagnia svizzera ci viene incontro con un quadruplice sistema di garanzie. Troppo poco? Forse no… La garanzia infortuni, infatti, garantisce la corresponsione di una somma prestabilita in caso di morte od invalidità; la garanzia Assistenza, in partnership con Europ Assistance, consente invece il rientro sanitario e l’invio di un medico; il Rimborso Spese Mediche si presenta da sé, e vale dove il Servizio Sanitario Nazionale non ha stabilito rapporti di partnership mentre Furto e Rapina bagaglio prevede anche un rimborso delle spese sostenute per la mancata consegna dello stesso. Vi sfidiamo a trovare altri possibili imprevisti…