World Nomads, l’assicurazione viaggio per i turisti più spericolati

di Moreno 1

Dici “turista” e credi di aver definito con un solo termine tutta una categoria di persone. Ma ti sbagli. Tutti noi, infatti, se provassimo a pensare solo per un minuto alle nostre esperienze di viaggio, parametrandole con quelle di alcuni nostri conoscenti ci accorgeremmo rapidamente di quanti modi di intendere il turismo esistono.

C’è chi, ad esempio, si è trovato tanto bene in un posto da ritornarci ad ogni occasione; chi cerca mete esotiche ma solo a patto di poter soggiornare in un albergo “italiano” (per quanto riguarda animazione e cucina in primis); c’è poi qualcuno che non riesce a disintossicarsi dall’esperienza dei viaggi organizzati “mordi e fuggi”, quelli che in un week-end ti consentono di visitare una città andnando a “toccare” solo i suoi luoghi comuni. Vi è poi un ultimo, grande gruppo, che annovera tutti coloro i quali interpretano il viaggio come esperienza totalmente nuova, da vivere a contatto con la cultura del Paese ospite.

Sono i turisti del sacco a pelo o dell’ostello, quelli che vedi in giro per le città con nello zaino la loro inseparabile guida Lonely Planet. Non per questo, però, devono essere i viaggiatori più sprovveduti. Anzi… Per questo genere di turisti, i più esposti al rischio di un imprevisto (per evidenti motivi), World Nomads ha preparato un pacchetto assicurativo cucito su misura.

Il vantaggio principale di World Nomads è quello di essere un’assicurazione on-line: ciascun assicurato, una volta registratosi al sito (operazione necessaria se si vuole ottenere una copertura), può denunciare di aver subito un sinistro grazie ad internet, 24 ore al giorno 7 giorni su 7, ovunque nel mondo egli si trovi. Certo, a patto di disporre di una connessione alla rete… In questo caso, la polizza prevede una copertura consistente dei costi delle prestazioni mediche (fino all’eventuale evacuazione dallo Stato in cui ci si trova).

Non solo: il turista “Lonely Planet” è anche il più esposto al rischio di subire un furto, o di smarrire i bagagli. Ebbene, anche questa eventualità è contemplata dalla polizza, che prevede “Copertura per furto e smarrimento bagagli, vestiti, contanti, biglietti, carte di credito, passaporti, macchine fotografice, cellulari, iPod e laptops”. Il periodo di assicurazione minimo è di due settimane. Due settimane per godersi, in tutta tranquillità, il viaggio più avventuroso della vostra vita.

Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.