Webank azzera l’imposta di bollo

di Sofia Martini Commenta

L'istituto offre un conto a canone annuo azzerato, e sono offerte senza canone anche le carte di pagamento, carta di credito e carta di debito.

Al fine di calcolare i costi di gestione di un conto corrente tradizionale, oltre alle commissioni applicate alle principali operazioni è normalmente necessario tenere in considerazione l’imposta di bollo annuale, pari a 34,20 euro, applicata per legge a tutte le giacenze medie superiori ai 5.000 euro.

webank-10-3

Di regola solo i conti correnti con importi medi inferiori sono esenti da questa tassa, eccetto il caso in cui la banca decida, in modo concorrenziale, di farsene carico indipendentemente dalla somma depositata. L’esenzione dall’imposta di bollo può così far parte delle offerte di benvenuto per i nuovi clienti.

Una promozione di questo tipo è attualmente attiva per i nuovi clienti Webank, banca diretta del gruppo BPM, che azzera l’imposta di bollo 2016 sul conto corrente a patto che la richiesta di apertura avvenga entro il 31 marzo e sia perfezionata entro il 15 aprile 2016. Ai nuovi clienti si offre inoltre l’esenzione dai bolli sulle linee vincolate e sul deposito titoli, sempre per i rapporti aperti entro la fine di marzo.

Ma cosa offre un conto corrente on line Webank? Si parla innanzitutto di un conto a canone annuo azzerato, e sono offerte senza canone anche le carte di pagamento, carta di credito e carta di debito. Non ci sono spese di apertura né di chiusura del rapporto e l’operatività, illimitata, non prevede costi per le principali operazioni. I prelievi di denaro in area Euro, con carta di debito, non hanno commissioni, sono gratuiti i bonifici in Italia, le operazioni di ricarica telefonica on line e i pagamenti MAV, RAV, F23, F24. L’invio dell’estratto conto on line è gratuito.