Un mutuo dedicato agli under 40 da Unicredit

di Sofia Martini Commenta

Un mutuo dedicato agli under 40 da Unicredit: si chiama Mutuo Valore Italia Giovani e queste sono le sue caratteristiche principali

Mutuo Valore Italia è un prodotto creditizio con più servizi collegati che Unicredit mette a disposizione dei suoi clienti più giovani per garantire loro anche il sogno di avere tetto sulla testa. Ecco le caratteristiche essenziali del Mutuo Valore Italia Giovani tra controllo delle rate e finanziamento al 100%. 

Mutuo Valore Italia Giovani

Il Mutuo Valore Italia Giovani è pensato per chi ha meno di 40 anni e, indipendentemente dalla tipologia di contratto di lavoro, sta pensando di acquistare la prima casa.

Il prodotto ha le seguenti caratteristiche:

  • Importo minimo concedibile è di Euro 30.000,00
  • Importo massimo concedibile fino all’80% del valore dell’immobile offerto in garanzia estendibile fino al 100% attivando il “Fondo di garanzia per i mutui prima casa” per importi non superiori a 250.000 euro, indipendentemente dalla tipologia di contratto di lavoro
  • Tasso sia fisso che variabile

Con Mutuo Valore Italia Giovani puoi tenere sotto controllo il mutuo grazie al Tagliando e gestire in modo flessibile il piano dei pagamenti nel tempo grazie alla possibilità di tagliare, spostare o ridurre la rata.

Con il Tagliando hai la possibilità di tenere sotto controllo l’andamento del tuo mutuo per la prima casa o per altri acquisti ricevendo un check up annuale (nel caso di mutuo a tasso variabile) oppure 90 giorni prima della scadenza del periodo di tasso fisso per i mutui a tasso fisso.

Se risulti aver regolarmente pagato tutte le rate, a partire dal ventiquattresimo mese successivo all’erogazione, hai la possibilità di attivare i servizi seguenti:

    • Taglia Rata
      ti consente di ridurre fino ad un massimo del 100% la quota capitale delle rate per un periodo massimo di 12 mesi. Può essere utilizzato una sola volta nel corso della vita del mutuo e non è esercitabile nel corso dell’ultimo anno di vita residua del mutuo.
    • Sposta Rata e Bonus Interessi
      ti consente di posticipare fino ad un massimo di tre rate, anche non consecutivamente, che vengono pagate ciascuna alla scadenza immediatamente successiva allungando così il piano di ammortamento del mutuo fino ad un massimo di tre mesi rispetto al piano originariamente previsto. Il servizio non è esercitabile nel corso dell’ultimo anno di vita residua del mutuo. Se non usufruirai durante la vita del finanziamento dello “Sposta Rata”, ti verrà riconosciuto il “Bonus Interessi”, che consiste nell’azzeramento della quota interessi sulle ultime rate.
  • Riduci Rata
    Ti consente di ridurre in modo permanente l’importo della rata, modificando la durata originaria del mutuo con un allungamento del piano di ammortamento sino ad un massimo di 48 mesi, anche con frazioni di 12 mesi, rispetto al piano di ammortamento originariamente previsto. L’opzione non è esercitabile nel corso dell’ultimo anno di vita residua del mutuo.

Mutuo valore Italia Giovani ti dà la possibilità di finanziare fino al 100% del valore dell’immobile grazie all’intervento della garanzia del “Fondo di Garanzia per i Mutui Prima Casa”.

In tal caso l’importo massimo finanziabile non può essere superiore a 250.000 euro.

Il “Fondo di Garanzia per i Mutui Prima Casa” è stato istituito presso il Ministero dell’economia e delle finanze con la legge di Stabilità 2014 (legge 27 dicembre 2013, n. 147, art. 1, comma 48, lett. c) per favorire l’accesso al credito da parte delle famiglie per l’acquisto e l’efficientamento energetico della casa di abitazione. In particolare tale Fondo permette allo Stato di offrire ai cittadini garanzie per l’accensione di mutui ipotecari – di importo non superiore a 250.000 euro da adibire ad abitazione principale prima casa. La garanzia è concessa nella misura massima del 50 per cento della quota capitale, tempo per tempo in essere sui finanziamenti ipotecari.

E’ prevista una priorità di accesso al Fondo, riguardante le giovani coppie ed i nuclei familiari mono genitoriali con figli minori, i conduttori di alloggi di proprietà degli Istituti autonomi per le case popolari ed i giovani di età inferiore ai trentacinque anni titolari di un rapporto di lavoro atipico di cui all’articolo 1 della legge 28 giugno 2012, n.92.

I richiedenti all’atto della presentazione della domanda non devono risultare proprietari di altri immobili ad uso abitativo ad eccezione di quelli acquisiti per successione a causa di morte, anche in comunione con altro successore, e che siano in uso a titolo gratuito a genitori o fratelli.