Ultime novità sulle carte di credito

di Daniele Pace Commenta

Con il nuovo regolamento da parte dell’UE, le carte di credito hanno un tetto massimo verso le commissioni di interscambio.

Con il nuovo regolamento da parte dell’UE, le carte di credito hanno un tetto massimo verso le commissioni di interscambio, ovvero quelle che avvengono in corrispondenza alla banca che ha emesso la carta di credito, ogni qualvolta che la carta di credito, oppure di debito, viene utilizzata per effettuare un pagamento presso un esercizio di commercio.

Tale commissione viene dedotta successivamente dall’ammontare finale che riceve il commerciante dalla sua banca per la transazione. Indirettamente tutte le commissioni di interscambi vengono pagate dai dettaglianti, che a loro volta li versano su tutti i consumatori tramite l’aumento dei prezzi. La Commissione Ue ha reso noto che tali commissioni attualmente non potranno mai superare lo 0,2% del valore della transazione per le carte debito, mentre lo 0,3% per le carte di credito. Moltissime carte di credito come ben sappiamo hanno la possibilità di utilizzare diversi canali per i pagamenti. In Belgio ad esempio, con la stessa carta di credito si può utilizzare Bancontact e Maestro, in Danimarca hanno a disposizione sia il circuito Visa che Dankort, e nel nostro paese abbiamo Bancomat/Pagobancomat e Maestro.

Grazie alle nuove regole introdotte da parte dell’Unione Europea, oggi il consumatore potrà scegliere il canale che mette a disposizione del cliente un rapporto costo/efficacia del pagamento agevolato.