Truffa al Bancomat: come riconoscerla?

di Moreno Commenta

Ormai internet è diventato il canale più usato per divulgare le notizie. Fortunatamente il popolo della rete non si limita a condividere link banali sui maggiori social network come ad esempio  facebook o twitter, bensì si prodiga anche nella reciproca segnalazione di notizie importanti che aiutano le persone a non cadere in trappole spiacenti come questa. Si tratta di una trappola svoltasi ad uno sportello Bancomat per “catturare” la carta del primo cliente che utilizza lo sportello automatico. Il cliente che vuole effettuare un prelievo si reca allo sportello, inserisce la sua carta e comincia la sua operazione, ma al termine la carta viene trattenuta. Un “buon Samaritano” avvicina così la “vittima“ ma l’operazione non si sblocca né pigiando “Enter” né “Annulla”. Dopo diversi tentativi la “vittima” si convince che la carta gli è stata prelevata dalla Banca e lascia lo sportello.

Appena la povera “vittima” si allontana, il “buon Samaritano”, in realtà un ladro, ritorna per recuperare la carta trattenuta dalla sua trappola. Adesso non solo ha la carta, ha pure il “codice segreto” che la “vittima” gli ha rivelato inconsapevolmente. In possesso della carta e del PIN, il ladro preleva il massimo della disponibilità della carta e si da alla fuga. La “trappola” è fatta con un pezzo di pellicola usata per i raggi “X” che è il materiale preferito da questi ladri, anche per via del colore nero simile alla fessura del lettore del Bancomat.

Appena la “vittima” è andata via, il ladro recupera la carta, rimuovendo la trappola. Se la carta vi viene trattenuta, osservate bene il Bancomat ed in special modo la fessura dove si inserisce la carta. Se si dovesse capitare in una trappola come questa è consigliato avvisare immediatamente la Banca o la Polizia. Per evitare altre frodi via internet è bene che se si gira una mail, anche se è utile come questa, è bene che gli indirizzi si mettano nella barra Ccn in modo che i destinatari vengano nascosti in modo da evitare spiacevoli inconvenienti.