Toscana: fondo di microcredito per nuove imprese

di Laura Commenta

prestito giovani toscanaLa Regione Toscana pone attenzione sulle nuove piccole imprese: sarà creato un nuovo Fondo, con finalità di sostegno all’occupazione, che dovrebbe coinvolgere anche la Camera di Commercio, le banche, gli enti locali e previdenziali ed i privati. Lo conferma l’onorevole Riccardo Nencini, l’Assessore al Bilancio ed alle Finanze della Regione Toscana. Nello specifico saranno erogati microcrediti sia ai giovani, con età compresa fra i 20 ed i 35 anni, che desiderino iniziare un’attività economica, sia a coloro che hanno perso il posto di lavoro, a causa della crisi, o comuqnue a tutti coloro con difficoltà ad inserirsi nel mondo del lavoro. In Italia la disoccupazione continua a crescere. I dati diffusi dall’Istat rilevano un tasso di disoccupazione nel primo trimestre del 2010 al 9,1 per cento dal 7,9 dello stesso periodo del 2009. Siamo al livello più alto dal primo trimestre del 2005. Le previsioni degli analisti parlano di un ulteriore aumento, dopo i 528mila posti di lavoro già persi a fine 2009 in due anni di crisi economica.

Il nuovo ‘Fondo per il microcredito’ affiancherà ‘Smoat’, il Sistema per il microcredito orientato assistito toscano, già esistente dal 2006. Saranno concessi tassi vantaggiosi e il prestito potrà essere concesso anche a coloro che non hanno i requisiti per ottenere un prestito dagli istituti di intermediazione. Il prestito sarà fino a 15 mila euro e restituibile in cinque anni, garantiti dalla Regione.

Ma ai giovani e nuovi imprenditori che beneficeranno dei contributi
– aggiunge l’onorevole Nencini – potremo chiedere un impegno etico, uno sforzo per rimanere parte attiva di questo nuovo sistema una volta che la loro nuova attività sarà avviata ed avranno restituito il prestito: contribuendo ad alimentare il fondo o anche semplicemente impegnandosi nel guidare ed accompagnare chi cerca sostegno finanziario per un’idea. E lo stesso auspichiamo che possano fare banche e soggetti garanti. Quello che proponiamo è un grande patto aperto.