Si allenta la morsa del credito in Italia e aumentano i prestiti

di Sofia Martini Commenta

Buone notizie per la morsa del credito nell'ultimo comunicato della Banca d'Italia che analizza la situazione dei prestiti a imprese e famiglie.

185424003La morsa del credito si allenta in Italia e tornano ad essere erogati più prestiti che in passato. I clienti italiani possono contare su una maggiore liquidità erogata dalle banche, confermata anche da uno degli ultimi bollettini emanati dalla Banca d’Italia, che rileva un moderato allentamento sui prestiti a imprese e famiglie dovuto anche alla presenza di un regime di concorrenza.I nuovi valori dei tassi soglia per mutui e prestiti nel primo trimestre 2015

Nel quarto trimestre del 2014, infatti, le banche italiane, secondo quanto scritto nel bollettino, hanno potuto beneficiare e potranno continuare a beneficiare di un ridotto margine nel costo dei prestiti, per cui anche nel 2015 la situazione si prospetta alquanto positiva.

Per il primo trimestre del nuovo anno allora gli esperti di settore si aspettano anzi un ulteriore miglioramento delle condizioni di offerta dei finanziamenti, con tassi migliori e politiche più distese sia nei confronti delle imprese che nei confronti delle famiglie.

I prestiti alle imprese sono diminuiti di 6 miliardi nel 2014

Secondo le ultime rilevazioni della Banca d’ Italia la domanda di prestiti da parte delle imprese italiane è rimasta invariata, mentre quella delle famiglie è aumentata leggermente, perché sono aumentate probabilmente le necessità di spesa. Si prevede quindi, almeno per questo settore, il mantenimento di una situazione immutata rispetto al passato, mentre in altri settori del credito, come quello dei mutui, ci sarà una ripresa.

Dalle ultime rilevazioni della Banca d’Italia si prevedono inoltre una serie di novità dovute al cambio di marcia della politica monetaria della Banca Centrale Europea, che potrebbe presto approvare l’atteso quantitative easing.