Shop&Go di Banca Marche: la prepagata veloce, comoda ed economica

di Moreno Commenta

Velocità. E’ questa una (se non “la”) parola chiave della vita nel nostro tempo, caratterizzata da questo suo essere una continua rincorsa, necessaria per permetterci di raggiungere i luoghi dei nostri innumerevoli appuntamenti lavorativi e mondani. Un altro “must” per l’Uomo moderno, poi, è “Comodità”: il vocabolo, nella sua declinazione inglese “Comfort”, resta tra i più abusati dalle agenzie di pubblicità, che sono ben consapevoli di quanto questo “fattore” sia ricercato.

In effetti, i prodotti di maggior appeal sono quelli che presentano almeno tre vantaggi rispetto a quanto offerto dallaconcorrenza: un costo inferiore, la comodità nell’utilizzo (o la comodità che ci garantisce l’utilizzarli rispetto al non farlo) e la velocità, intesa come velocizzazione di un’operazione necessaria. E’ quanto ci offre Banca Marche con la sua prepagata “Shop&Go”, un prodotto praticamente perfetto da tutti e tre questi punti di vista.

Shop&Go è una carta “Prepagata e Ricaricabile che non richiede il conto corrente, non fa perdere tempo con il resto e non appesantisce le tasche”, come si legge nella pagina web che la reclamizza. Un po’ come tutte le altre carte del “settore”, no? Vero, come è vero anche che Banca Marche ha scelto di lanciarla puntando più sul vantaggio del rinunciare al contante piuttosto che non – come fanno altri – sugli antidoti al rischio di smarrirla o vedersela rubare. Una bella rivoluzione culturale

Anche se in vantaggi di Shop&Go non finiscono qui, anzi. Perché l’istituto di credito marchigiano ha puntato sull’abbattimento dei costi per cercare di ritagliarsi la propria nicchia all’interno del grande mare delle concorrenti. Come? Lavorando sull’addebito per ricarica. A fronte di una commissione (generalmente di 1 €uro) per ogni ricarica della carta applicata da altri istituti, infatti, Banca Marche offre una prima carica gratuita (fino ad un massimo di mille €uro). Ed anche le successive lo saranno, a patto di venir effettuate tramite Atm del gruppo, oppure con addebito periodico su un conto corrente “collegato” o – infine – tramite internet. Veloce, comoda ed economica.