Roaming internazionale addio dal 15 giugno 2017

di Sofia Martini Commenta

Roaming internazionale addio dal 15 giugno 2017 ma il percorso verso la tariffa unica sarà assolutamente graduale.

Un percorso graduale verso il Telecom Single Market che parte l’anno prossimo e culminerà il 15 giugno 2017 con l’abolizione delle frontiere della comunicazione europea mobile. Gli utenti che si trovano all’estero potranno chiamare, inviare sms e navigare in internet senza costi aggiuntivi. 

Il Parlamento Europeo riunito in sessione plenaria ha finalmente deciso di cancellare il roaming e quindi gradualmente si procederà in direzione del Telecom Single Market.  Un percorso a dire la verità già iniziato negli anni passati con il progressivo abbassamento delle tariffe e contenimento dei prezzi e sovrapprezzi.

Report annuale AGCOM, il monito per i consumatori

Il primo taglio deciso alle tariffe del roaming internazionale avverrà comunque il prossimo anno: dall’aprile 2016, il rincaro applicato dagli operatori rispetto alle tariffe nazionali non potrà superare i 5 centesimi al minuto per le chiamate, i 2 centesimi per gli SMS e i 5 centesimi per MB di navigazione internet.

Poi, dopo un anno  la vera svolta: il 15 giugno del 2017, gli utenti da questa data in poi potranno comunicare anche dal resto d’Europa con gli stessi costi del proprio piano tariffario nazionale. Il problema è che in alcuni paesi questa procedura potrebbe non essere del tutto semplice e riservare delle sorprese ai cittadini. La sentenza del Parlamento Europeo, infatti, lascia agli operatori la facoltà di applicare soglie massime di tempo o consumo per i costi unificati, un vincolo dovuto soprattutto alla disparità delle spese di gestione delle reti tra alcuni paesi europei, ancora molto netta.

Siccome c’è molta confusione in questo momento, ci preme ricordare che appare comunque improbabile che venga lasciata all’utente la facoltà di acquistare una SIM con piano ultra vantaggioso, ad esempio in un paese con tariffe low cost, per poi utilizzarla quotidianamente in un’altra nazione dove i costi medi sono più alti.