Regione e Banca delle Marche, prestiti a microimprese

di Laura Commenta

Iniziativa a favore dell’avvio di nuove imprese (fino ad un massimo di 400 nuove iniziative di microimprese) attraverso la concessione di un finanziamento agevolato da parte della Banca delle Marche S.p.A.. Il finanziamento dovrà essere restituito entro un arco di tempo non superiore ai 6 anni e dovrà ovviamente essere utilizzato per far fronte alle spese di costituzione, agli investimenti ed alla gestione della nuova iniziativa economica. Il “Prestito d’Onore regionale”, questo il nome dell’iniziativa, prevede, oltre alla concessione del predetto finanziamento, l’erogazione di servizi gratuiti ed obbligatori di accompagnamento personalizzato (tutoraggio) nei primi 12 mesi di attività, per non lasciare soli gli imrpenditori in quella delicata fase di avvio.

Possono accedere all’iniziativa le donne e gli uomini che, alla data di presentazione della domanda di ammissione, abbiamo un’età compresa fra i 18 ed i 60 anni, siano residenti da almeno 6 mesi nella Regione Marche, siano disoccupate/i o inoccupate/i ai sensi del D.Lgs. n. 297/2002 oppure lavoratrici e lavoratori sospese/i per cassa integrazione ordinaria (CIGO). L’importo massimo che può essere erogato é di € 25.000,00 nel caso di imprese Individuali e di Società con meno di 3 soci; € 50.000,00 nel caso di Società con almeno 3 soci. Il tasso di interesse annuo nominale (TAN) applicato nel periodo di differimento (1 anno) é a tasso fisso pari a 3,20%; nel periodo di ammortamento (5 anni), tasso fisso pari a 3,20%.

La domanda di ammissione all’iniziativa “Prestito d’Onore regionale” deve essere presentata utilizzando esclusivamente gli Allegati scaricabili dal sito della Regione Marche. La domanda di ammissione deve essere consegnata personalmente dal richiedente presso qualsiasi Filiale della Banca delle Marche S.p.A. ubicata nel territorio regionale, sono accettate domande sino al termine massimo del 31/12/2011, fermo restando il limite massimo di 400 iniziative economiche finanziate. Per ulteriori informazioni saranno a disposizione dei punti informativi e di orientamento per dare informazioni e chiarimenti relativi all’iniziativa a favore delle nuove imrpese, presso le banche.