Pubblici e statali, arriva il prestito BNL Salary Power

di Sofia Martini Commenta

Per fare la richiesta è necessario presentare un documento d’identità, il codice fiscale, le ultime due buste paga, il certificato di stipendio e infine l’estratto contributivo INPS.

BNL Salary Power è un prestito pensato ad hoc per i dipendenti pubblici e per gli statali che hanno la possibilità di accedere ad una linea di credito convenzionata con l’ente previdenziale. Il che vuol dire che, anche per importi elevati e legati a progetti personali, si può chiedere la cessione del quinto.

Con questa formula, la BNL offre prestiti INPDAP da 24 a 120 mesi, assicurati e a tasso fisso, attraverso la cessione del quinto o la delegazione di pagamento per i dipendenti delle amministrazioni partecipanti a tale convenzione, attualmente 36, tra Ministeri, Regioni, ASL, uffici scolastici e altri istituti. Il finanziamento è destinato a dipendenti statali e pubblici, militari e Forze dell’Ordine, che si calcola siano ancora in servizio alla data di scadenza del rimborso.

Conto BNL Pensione Facile, c’è anche un piccolo regalo

Per fare la richiesta è necessario presentare un documento d’identità, il codice fiscale, le ultime due buste paga, il certificato di stipendio e infine l’estratto contributivo INPS.

L’importo totale finanziabile può arrivare a 104.000 euro e può essere cumulato con altri prestiti già attivi, ma tutto a patto che la rata, costante e comprensiva della quota capitale e della quota interessi, non superi un quinto dello stipendio netto mensile, e abbia un importo minimo stabilito a 50 euro.

Il rimborso avviene tramite una trattenuta fissa sullo stipendio. L’erogazione avviene invece per accredito su conto corrente. A titolo esemplificativo, per un dipendente pubblico di 35 anni alle prese con un prestito di 120 mesi, rimborsato attraverso una rata mensile di 250 euro, il TAN applicato fino al 30 giugno 2015 sarebbe del 6,25%, TAEG 7,25%.