Prestito d’Onore per gli iscritti all’Università di Pisa

di Fil Commenta

prestito universitariPer gli studenti meritevoli che sono iscritti all’Università di Pisa, la Carismi, Cassa di Risparmio di San Miniato, propone il Prestito D’Onore, una formula di finanziamento agevolato che permette di poter finanziare tutte le spese dirette ed indirette legate alla formazione: dal vitto all’alloggio e passando per le spese di iscrizione e quelle da sostenere per il materiale didattico. Il Prestito D’Onore della Cassa di Risparmio di San Miniato per gli studenti meritevoli che sono iscritti all’Università di Pisa, viene concesso con la formula tecnica del prestito personale a fronte di un importo massimo concedibile pari a 12 mila euro. Come ogni Prestito d’Onore che si rispetti, la Carismi lo concede allo studente meritevole con un ampio periodo di preammortamento nel corso del quale non deve essere pagata alcuna rata; il periodo di preammortamento è pari all’intero ciclo di studi più ulteriori sei mesi aggiuntivi. Solo dopo parte il periodo di ammortamento con il pagamento delle rate mensili per una durata pari a 36 mesi, ovverosia tre anni, che salgono però a cinque in caso di dottorato di ricerca.

Il tasso applicato sul Prestito d’Onore della Cassa di Risparmio di San Miniato è l’euribor con scadenza a sei mesi più il 2% di commissione fissa, ovverosia lo spread. Per il dottorato di ricerca l’importo massimo richiedibile è di 12 mila euro, mentre è di 6.000 euro per il biennio della Laurea Specialistica, per i Master di I e II livello, e per gli ultimi due anni delle lauree a ciclo unico.

Ad esempio per il biennio della Laurea Specialistica si possono chiedere fino a seimila euro con un preammortamento di due anni e sei mesi ed un piano di ammortamento di tre anni, il che significa che la durata complessiva può arrivare a 5 anni e sei mesi. A valere sul primo anno della Laurea Specialistica, lo studente deve aver conseguito per il corso di laurea triennale, al fine di ottenere il prestito, un voto non inferiore a 105/110, mentre per il secondo anno occorre che sia stato conseguito il 75% dei crediti previsti per il primo dei due anni di Laurea Specialistica.