Prestito Mio, Prestito Personale e Mutuo Ecologico di Banca Cooperativa Valsabbina

di Moreno 1

Ecco una serie di opportunità offerte dal gruppo di Banca Cooperativa Valsabbina.

PRESTITO MIO a tasso fisso: beneficiarie tutte le persone fisiche, purchè non minorenni (lavoratori dipendenti di aziende pubbliche e private, professionisti, agricoltori, commercianti, artigiani, titolari di aziende di servizi, persone con una fonte di reddito che non abbiano subito protesti nè azioni legali), che agiscano come consumatori, per scopi estranei ad attività imprenditoriali o professionali eventualmente svolte.

Lo scopo è di finanziare l’acquisto di beni di consumo e far fronte a spese familiari: acquisto dei mobili di casa o di elettrodomestici, spese dentistiche, interventi chirurgici, rette scolastiche, etc.; autovetture, roulottes e campers nuovi od usati (veicolo di età non superiore a 4 anni); motocicli nuovi di fabbrica e targati. Importo del finanziamento da un minimo di 1.000 ad un massimo di 10.000 euro per una durata che va da 6 a 60 mesi. Per il prestito a tasso variabile l’importo finanziabile va da un minimo di 2.000 ad un massimo di 30.000 euro.

PRESTITO PERSONALE SOCIO VALSABBINA: ne sono beneficiari tutti gli azionisti Bcv purchè non minorenni, iscritti al libro soci da almeno 3 mesi, titolari di almeno 200 azioni a custodia presso l’Istituto al momento della richiesta del finanziamento e intestatari di un conto corrente in convenzione Socio&Cliente. L’importo del finanziamento massimo concedibile è di 20.000 euro, la durata va da 6 a 60 mesi.

MUTUO ECOLOGICO: un’opportunità, in tema di fonti energetiche alternative, per ottenere finanziamenti agevolati atti a sostenere i costi di sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale e la realizzazione degli impianti solari per la produzione di energia elettrica a tariffe incentivanti. I criteri di erogazione della tariffa incentivante, introdotti dal DL n. 387/2003, sono definiti dai decreti ministeriali 28 luglio 2005, 6 febbraio 2006 e, da ultimo, dal decreto ministeriale del 19 febbraio 2007, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 45 del 23 febbraio 2007.

L’importo del finanziamento ai privati arriva fino ad un massimo di 30.000 euro, per le aziende vi sono disponibilità fino a 300.000 euro. La durata va da 3 a 15 anni, la durata del pre-ammortamento è di 6 mesi. I beni finanziabili sono: pannelli solari, impianti fotovoltaici, generatori alternativi, impianti eolici, biomasse e biogas, studi di fattibilità.

Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.