Prestito finalizzato per acquisto di auto, computer, viaggi…

di Daniele Pace Commenta

Quando si parla di prestito finalizzato, generalmente si intende indicare un prestito effettuato verso un rivenditore di servizi e beni.

Quando si parla di prestito finalizzato, generalmente si intende indicare un prestito effettuato verso un rivenditore di servizi e beni, che permette di dilazionare il prezzo di acquisto. Il rivenditore, una volta stipulato il prestito di convenzione con una o più finanziarie, è automaticamente autorizzato a proporre ai propri clienti un eventuale finanziamento, ricevendo a sua volta, una provvigione per il servizio che ha prestato. Tale importo, a differenza del prestito personale, viene erogato in maniera diretta al negoziante, il quale si impegna a finalizzare la pratica e successivamente ad inviarla alla finanziaria, che provvederà a valutare la domanda.

Attualmente spiegare cosa sia realmente il prestito finalizzato è diventato un po’ complesso, per l’affievolirsi con il passare del tempo, della netta distinzione con quelli personali, che si è verificata nell’ultimo periodo non solo nell’offerta da parte delle finanziarie, ma anche di alcune banche. Tale aspetto è molto evidente quando si richiedono prestiti on line, che se anche indicati come finalizzati all’acquisto di un bene, in realtà funzionano come un normalissimo prestito bancario personale.

Per non cadere in questo errore e comprendere se per esempio stiamo effettuando una richiesta di un preventivo di un prestito finalizzato, oppure di uno personale, bisogna controllare se alla domanda viene richiesta una documentazione che giustifichi la richiesta, come ad esempio un preventivo per la compera di una macchina, di un mobile ed altro ancora.