Prestito Casa, come ottenere un finanziamento per acquistare elettrodomestici

di Sofia Martini Commenta

Numerose finanziarie offrono piani dedicati a questa esigenza, che a volte diventa imprescindibile per un nucleo familiare.

La spesa per gli elettrodomestici, specialmente quando si  parla di comprarne più di uno, per arredare o rimodernare un’abitazione, può configurare come un’esigenza imprescindibile la richiesta di un prestito casa adeguato all’obiettivo.

prestito-casalinghe-bpm2

Numerose finanziarie offrono piani dedicati a questa esigenza, vediamo insieme qualche esempio.

Carrefour Banca propone prestiti per elettrodomestici ed apparecchiature elettroniche erogati in breve tempo su conto corrente e rimborsabili per addebito diretto a tasso fisso. Il pagamento della prima rata avviene a 30 giorni dalla sottoscrizione del finanziamento. A titolo di esempio, un prestito di 13.000 euro a TAN 7,50%, TAEG 9,34% rimborsato in sette anni comporta una rata mensile di 205,38 euro.

Findomestic finanzia fino a 60.000 euro l’acquisto di ogni tipologia di elettrodomestici e di numerose apparecchiature elettroniche, TV, decoder, hi-fi, smartphone e lettori multimediali. Al finanziamento si applica fino al 7 marzo 2016 un TAN fisso del 9,45%, TAEG 9,87%. Un prestito di 3.000 euro rimborsato in 3 anni avrà una rata mensile di 96,10 euro. Erogazione e addebito avvengono via conto corrente e il prestito è sottoscrivibile al 100% on line, senza spese accessorie. Non ci sono limiti rispetto alla tipo e al numero di oggetti acquistati, né rispetto al luogo dell’acquisto.

Nel momento in cui la cifra necessaria all’acquisto non è molto alta si possono prendere in considerazione anche le proposte di piccoli prestiti non finalizzati, quali ad esempio Presta Small di BPM. A tasso fisso è possibile ottenere fino a 3.000 euro, da rimborsare su una durata compresa tra i 12 e i 48 mesi, con la possibilità aperta una volta all’anno di rinviare a fine piano il pagamento di una mensilità.

Va in conclusione ricordato che è stato prorogato al 31 dicembre 2016 il bonus fiscale relativo ristrutturazioni. Se l’acquisto degli elettrodomestici è contestuale a degli interventi di ristrutturazione della casa è quindi ancora possibile fruire di una detrazione del 50% su una spesa massima di 10.000 euro.